Tangenti nella Sanità, assolto a Cremona l’ex governatore lombardo Formigoni

Era accusato di corruzione per un macchinario per le terapie oncologiche acquistato a un prezzo superiore a quello di mercato

Foto LaPresse - Claudio Furlan

ROMA – L’ex governatore della Regione Lombardia, Roberto Formigoni, è stato assolto dai giudici di Cremona dall’accusa di corruzione e turbativa d’asta in uno dei filoni delle inchiesta sulla sanità lombarda. Assoluzione “per non aver commesso il fatto” sottolinea lo stesso Formigoni a LaPresse. “Anche la procura – ha aggiunto – aveva chiesto l’assoluzione”. Formigoni era accusato di corruzione per un macchinario per le terapie oncologiche (la tecnologia a tecnologia “Vero”, un acceleratore lineare) che, per l’accusa, era stato acquistato a un prezzo superiore a quello di mercato. Assolti anche l’ex direttore generale dell’Azienda ospedaliera di Cremona, Simona Mariani, e l’ex direttore generale dell’assessorato regionale alla Sanità, Carlo Lucchina, imputato per abuso d’ufficio.

LaPresse

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome