Borsa, Milano corre con Atlantia alle stelle. Vola anche Pirelli

Altra spinta al mercato italiano è la fumata bianca sul nodo Autostrade con l'accordo nella notte tra governo e Atlantia

MILANO – Milano in corsa grazie anche a speranze sul vaccino anti-Covid e ai conti oltre le attese di Goldman Sachs che hanno alimentato gli acquisti anche a Piazza Affari. Il Ftse Mib ha superato di slancio quota 20mila chiudendo a 20.281 punti, in salita del 2,02%. Bene anche lo spread che si mantiene stabile a 165 punti base, con il rendimento del decennale italiano si attesta all’1,2% sul mercato secondario.

Atlantia vola a +26,65

Altra spinta al mercato italiano è la fumata bianca sul nodo Autostrade con l’accordo nella notte tra governo e Atlantia. Aspi passerà sotto il controllo pubblico con la progressiva uscita di Atlantia attraverso la sottoscrizione di un aumento di capitale riservato da parte di Cdp e l’acquisto di quote partecipative da parte di investitori istituzionali. A Milano il titolo Atlantia ha chiuso a +26,65% a quota 14,49 euro.

Gli istituti bancari

Tra le banche del Ftse Mib l’effetto Goldman Sachs ha dato slancio al rally. Spicca il balzo di Ubi Banca con un rialzo del 3,68% a 3,1 euro. Molto bene anche Intesa Sanpaolo (+1,87% a 1,81 euro) e Banco Bpm (+1,68% a 1,39 euro). Tra le big si è mossa bene Enel, in rialzo dell’1,93% a quota 8,169 euro. Balzo per Buzzi che sale del 5,42% a 21,21 euro. Bene anche Azimut (+4,34% a 16,45 euro) e Prysmian (+3,21% a 21,85 euro).

Vola anche Pirelli

In volata anche Pirelli (+3,13% a 3,82 euro) dopo che il ceo Marco Tronchetti Provera, ha deciso di proporre al consiglio di amministrazione previsto il prossimo 23 luglio la costituzione, alle sue dirette dipendenze, della Direzione generale co-Ceo e di affidarla ad Angelos Papadimitriou, in vista del percorso di successione che si completerà entro il primo semestre 2023. La procedura prevede che il percorso si concluda con l’identificazione di un candidato entro ottobre 2022.

Infine, reazione positiva di Interpump (+3,08% a 27,48 euro) all’annuncio di una nuova acquisizione. Il gruppo emiliano ha annunciato di avere comunica di avere concluso, attraverso la propria controllata GS-Hydro Spain, l’acquisizione di Suministros Franquesa con sede a Lleida in Spagna. Il corrispettivo versato per il 100% della società è pari a 700mila euro. L’acquisizione rafforza la presenza di Interpump nel mercato strategico della penisola iberica.

(AWE/Finanza.com)

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome