Coronavirus, funziona il vaccino australiano: positivi i primi test sull’uomo

E' stato somministrato a 40 volontari sani. I risultati sono stati comunicati dall'Università Flinders di Adelaide

(AP Photo/Kirsty Wigglesworth)

ROMA – Funziona il vaccino australiano contro il coronavirus. I primi test sull’uomo, 40 sono stati i volontari sani che si sono sottoposti agli esami, hanno dato esito positivo, grazie ad una risposta immunitaria sufficiente. I risultati sono stati comunicati dall’Università Flinders di Adelaide che sta lavorando al vaccino che ora risulta fra i candidati in via di sviluppo in Australia a superare le sperimentazioni di fase 1.

I risultati

Dopo i risultati positivi si attende ora la pubblicazione. “Abbiamo confermato – ha spiegato Nikolai Petrovsky, direttore di Endocrinologia del Flinders Medical Petrovsky – che il vaccino Covax 19 può indurre risposte appropriate di anticorpi in soggetti umani. I dati preliminari sulla sicurezza mostrano che non vi sono significativi effetti collaterali sistemici in alcuno dei soggetti”. E ha poi aggiunto: “I dati relativi alla sicurezza dei test di fase 1 sono stati approvati dal comitato etico del Centro, che ha autorizzato ulteriori test su volontari, tra cui anziani, bambini e malati di tumore”.

La precedenza

La precedenza ai vaccini, così come sottolineato Petrovsky, verrà data ai residenti di case di riposo a rischio di contrarre il virus. Inoltre la Vaxine sta anche coordinando con altri Paesi i test di fase 3, che dovrebbero reclutare fino a 50 mila volontari, prevalentemente in paesi duramente colpiti dal Covid-19. Intanto sembra previsto per il prossimo mese di settembre l’inizio delle sperimentazioni di fase 2 del Covax 19 a cui parteciperanno fra 400 e 500 volontari.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome