Mattarella: “Gli accordi europei di portata storica. Sono concreti, tempestivi ed efficaci”

"Su alcuni punti non posso esprimermi per doveroso rispetto delle prerogative", ma "sottolineare come il pericoloso del virus sia attuale, è importante. Nel nostro Paese continuano a morire pazienti e anche una sola vittima è motivo di dolore"

Foto Roberto Monaldo / LaPresse Nella foto Sergio Mattarella

ROMA – “Su alcuni punti non posso esprimermi per doveroso rispetto delle prerogative”, ma “sottolineare come il pericoloso del virus sia attuale, è importante. Nel nostro Paese continuano a morire pazienti e anche una sola vittima è motivo di dolore”. Così il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, alla cerimonia del Ventaglio al Quirinale. “Mentre nel mondo muoiono migliaia di persone e l’apertura delle comunicazioni mette a rischio anche Paesi che pensavano di essere al riparo dalla fase più critica – aggiunge – Io conservo da marzo i prospetti quotidiani sui contagi, i ricoveri e le vittime. Li ho riletti tutti. Non possiamo e non dobbiamo dimenticare ciò che è avvenuto, con concittadini in terapia intensiva e medici che profondevano sforzi immani”.

I recenti accordi europei “è di portata storica” e aprono “una nuova strada” per l’unità continentale. Così il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, alla cerimonia del Ventaglio al Quirinale. “L’apertura dell’Europa non si chiuda per una visione miope, ma guardi al futuro e a tutti gli aspetti della vita comunitaria”.

Dopo l’accordo raggiunto in Europa su Recovery fund e piano Next Generation Eu “l’Italia farà la sua parte” utilizzando queste risorse con un programma “concreto, tempestivo ed efficace”. 

(LaPresse)

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome