F1, Gp Gran Bretagna: Hamilton in pole, Leclerc quarto fa sorridere la Ferrari

Per trovare la 'Rossa' di Sebastian Vettel invece bisogna scorrere la graduatoria fino al decimo posto. "La macchina non era male ma ho fatto fatica a trovare il ritmo", l'ammissione del tedesco

Foto LaPresse - Martin Rickett/PA Wire

ROMA – Le Mercedes poi l’abisso. Il mondiale di Formula 1 è sempre più una gara sociale fra Lewis Hamilton e Valtteri Bottas. Sulla pista di Silverstone è il campione del Mondo a guadagnarsi la pole position grazie a un Q3 stellare dove ferma il cronometro sul tempo di 1’24″303 davanti al compagno di squadra finlandese che chiude in 1’24″616. Una pole “non scontata”, la definisce l’inglese che nel corso delle qualifiche è stato autore anche di un testacoda. La dedica è per i tifosi che, causa le porte chiuse per l’emergenza covid-19, non hanno potuto festeggiare con il loro beniamino. “La loro energia manca, spero siano contenti”, il commento di Hamilton bravo a resettare tutto dopo l’errore che poteva compromettere la sua prestazione. Bottas, il più veloce sia in Q1 che in Q2, si dice “un pochino deluso” ma resta pronto a dare battaglia al collega di scuderia fin dal via. Del resto, sottolinea, “Hamilton l’anno scorso ha vinto partendo dal secondo posto”.

Vestappen terzo, Leclerc quarto

Il primo degli umani, e terzo in griglia, è Max Verstappen a oltre un secondo (1’25″325) dal leader. Un piazzamento che, comunque, soddisfa l’olandese della Red Bull perché in questo momento la Mercedes è semplicemente “troppo veloce e non c’erano possibilità”. La Ferrari, dal canto suo, sembra vedere la luce in fondo al tunnel dopo l’onta del doppiaggio nel Gp dell’Ungheria. Il merito è tutto di Charles Leclerc. Il monegasco (che ha rischiato una penalizzazione per una possibile unsafe release in pit lane, con rischio di collisione con Stroll uscendo dai box) nel momento decisivo tira fuori il classico coniglio dal cilindro con un giro super in 1’25″427 che gli regala il quarto posto. “E’ una grandissima soddisfazione, non me lo aspettavo, ma la gara è domani”, dice candidamente mettendo in luce come a Maranello il lavoro da fare stia dando i primi frutti ma, allo stesso tempo, sia ancora tanto.

Decimo posto per Vettel

Per trovare la ‘Rossa’ di Sebastian Vettel invece bisogna scorrere la graduatoria fino al decimo posto. “La macchina non era male ma ho fatto fatica a trovare il ritmo”, l’ammissione del tedesco. In terza fila ci saranno la Mc Laren di Lando Norris e la Racing Point di Lance Stroll, in quarta il futuro ferrarista Carlos Sainz (McLaren) e Daniel Ricciardo (Renault). In gara tanto Verstappen quanto Leclerc ci proveranno ma la sensazione resta la stessa: salvo imprevisti, sempre in agguato nelle corse, i due ragazzi terribili si contenderanno il terzo posto perché quello della Mercedes sembra proprio essere un mondiale a parte, anche nel Gp di Gran Bretagna.

(LaPresse/di Andrea Capello)

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome