Trump: “Vieterò TiktTok in Usa, sono contrario alla cessione a Microsoft”

Il presidente Usa, Donald Trump, ha annunciato che interverrà nelle prossime ore per vietare negli Stati Uniti la app TikTok, di proprietà cinese

Donald Trump (AP Photo/Patrick Semansky)

WASHINGTON (Usa) – Il presidente Usa, Donald Trump, ha annunciato che interverrà nelle prossime ore per vietare negli Stati Uniti la app TikTok, di proprietà cinese. L’annuncio il tycoon lo ha fatto parlando con i giornalisti a bordo dell’Air Force One mentre tornava dalla Florida venerdì, spiegando che interverrà nella giornata locale di sabato. “Per quanto riguarda TikTok, lo vieteremo negli Stati Uniti”, ha dichiarato Trump, spiegando che per farlo può avvalersi di poteri economici d’emergenza o di un ordine esecutivo, cioè un decreto. “Ho questa autorità”, ha sottolineato, precisando che il testo “verrà firmato domani”. I commenti di Trump sono giunti dopo la pubblicazione di alcune notizie di stampa, su Bloomberg News e the Wall Street Journal, secondo cui l’amministrazione stava pianificando di ordinare alla cinese ByteDance di vendere TikTok; e sempre venerdì il New York Times e Fox Business, citando fonti anonime, riferivano che Microsoft fosse in trattativa per comprare TikTok. Trump, secondo quanto riporta Nbc News, si è detto contrario a un accordo che coinvolga Microsoft.

 La decisione di vietare TikTok giunge in un periodo di tensione altissima fra l’amministrazione Trump e il governo cinese per una serie di questioni, fra cui la gestione del coronavirus da parte di Pechino e le dispute commerciali fra i due Paesi. Le operazioni di TikTok negli Usa sono sotto la lente del Comitato sugli investimenti esteri negli Stati Uniti, un comitato governativo, dal momento che sono fonte di preoccupazioni per sicurezza nazionale e censura. A seguito della pubblicazione delle indiscrezioni sulle trattative di Microsoft, il colosso informatico si è rifiutato di commentare, mentre TikTok ha diffuso una dichiarazione in cui si limita ad affermare che “non commentiamo rumors o speculazioni, ma siamo fiduciosi nel successo di TikTok sul lungo termine”.

Trump deciso a far la ‘guerra’ ai cinesi vietando anche TikTok

ByteDance ha lanciato TikTok nel 2017 e poi ha comprato Musical.ly, un servizio video molto popolare fra i teenager negli Usa e in Europa, e li ha uniti. Per gli utenti cinesi è disponibile un twin service, Douyin. I video divertenti di TikTok sono diventati subito molto diffusi, tanto che Facebook e Snapchat considerano la piattaforma una minaccia di concorrenza. TikTok riferisce di avere decine di milioni di utenti negli Usa e centinaia di milioni a livello globale. La sua proprietà cinese, però, ha sollevato preoccupazioni sia che alcuni video possano essere censurati, per esempio quelli critici nei confronti del governo di Pechino, sia che alcuni dati di utenti possano essere condivisi con le autorità cinesi. La app sostiene che non censura video sulla base dei temi sensibili per la Cina e assicura che non darà al governo cinese alcun accesso ai dati di utenti Usa qualora venisse richiesto.

Per prendere le distanze dalla proprietà cinese, la società ha assunto un ceo statunitense, ex top manager di Disney. Negli ultimi mesi le autorità Usa per la sicurezza nazionale stanno controllando l’acquisizione di Musical.ly e le forze armate Usa hanno vietato ai loro dipendenti di installare TikTok su telefoni del governo. Il segretario di Stato Usa, Mike Pompeo, aveva anticipato qualche giorno fa che gli Usa stavano valutando di vietare TikTok. Recentemente anche l’India ha vietato decine di app cinesi, compresa TikTok, citando timori legati alla privacy.

(LaPresse/AP)

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome