Ue, via libera a 6 miliardi di aiuti per le Pmi Italiane colpite dalla crisi

La Commissione europea ha approvato tre schemi di aiuti di Stato italiani, con un budget complessivo di 6 miliardi di euro, principalmente costituiti da incentivi alla ricapitalizzazione di piccole e medie imprese colpite dall'epidemia di coronavirus.

(John Thys, Pool Photo via AP)

MILANO – La Commissione europea ha approvato tre schemi di aiuti di Stato italiani, con un budget complessivo di 6 miliardi di euro, principalmente costituiti da incentivi alla ricapitalizzazione di piccole e medie imprese colpite dall’epidemia di coronavirus. I tre regimi sono stati approvati direttamente ai sensi dell’articolo 107 del trattato sul funzionamento dell’Unione europea e del quadro temporaneo sugli aiuti di Stato.”Con questi tre regimi, con un budget complessivo di 6 miliardi di euro, l’Italia sosterrà ulteriormente le Pmi colpite dall’epidemia di coronavirus rafforzando la loro base di capitale e facilitando il loro accesso ai finanziamenti in questi tempi difficili”, ha spiegato Margrethe Vestager, responsabile della politica di concorrenza, “Gli schemi mirano a incentivare gli investitori privati per aiutare le aziende a far fronte alle carenze di liquidità che stanno affrontando a seguito dell’epidemia e a continuare la loro attività. Continuiamo a lavorare in stretta collaborazione con gli Stati membri per trovare soluzioni praticabili per mitigare l’impatto economico dell’epidemia di coronavirus, in linea con le norme dell’Ue”.

LaPresse

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome