Decreto agosto, fondi per la sanità. Niente Imu per le strutture ricettive

Il documento composto da 91 articoli

Foto Riccardo Antimiani/LaPresse/POOL Ansa

ROMA – Lavoro, scuola, enti locali, fisco e rilancio dell’economia: questi saranno i punti fondamentali del nuovo decreto agosto che il governo dovrebbe varare entro settimana prossima.

Nel lungo elenco di misure anche le norme per il sostegno alla domanda e l’ipotesi di un nuovo contributo a fondo perduto per le attività economiche nei centri storici. Più fondi verranno destinati alla sanità per recuperare “prestazioni ambulatoriali, screening e ricovero ospedaliero non erogate nel periodo di emergenza”. Quattrocentottanta milioni saranno destinati alle Regioni per aumentare i limiti di spesa. Saranno aumentati i compensi straordinari per dirigenza medica, sanitaria, veterinaria e delle professioni sanitarie, reclutare nuovo personale a tempo determinato e aumentare il monte ore dell’assistenza specialistica in convenzione.

Alle strutture ricettive, agli alberghi, ai campeggi e ai b&b sarà annullata la seconda rata dell’Imu. Il decreto si estende anche a fiere, cinema e teatri, a patto che i proprietari siano anche gestori dell’attività. Viene prorogata fino al 15 ottobre lo stop alla riscossione delle cartelle esattoriali. Ad ora la sospensione della coattività è prevista fino a 31 agosto.

UC

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome