Migranti, D’Incà: “Protesta caserma Cavarzerani arginata, 475 trasferimenti”

"A seguito degli esiti dei tamponi di riscontro effettuati alla scadenza del periodo di isolamento a tutti gli ospiti della caserma" Cavarzerani di Udine "il 1 agosto è stata riscontrata la positività di un cittadino straniero"

Foto Roberto Monaldo / LaPresse in foto Federico D'Incà

ROMA – “A seguito degli esiti dei tamponi di riscontro effettuati alla scadenza del periodo di isolamento a tutti gli ospiti della caserma” Cavarzerani di Udine “il 1 agosto è stata riscontrata la positività di un cittadino straniero, prontamente accompagnato al reparto malattie infettive dell’ospedale di Udine. Diversi migranti presenti nella struttura, temendo una proroga del periodo di quarantena e minacciando di uscire dalla stessa, hanno inscenato una protesta sfociata il 3 agosto nell’incendio di suppellettili e cassonetti. La protesta è stata arginata grazie al tempestivo intervento delle forze di polizia, mentre il servizio di vigilanza fissa già presente è stato ulteriormente implementato per prevenire il ripetersi di episodi simili”. Così il ministro per i Rapporti con il Parlamento, Federico D’Incà, rispondendo per conto del ministro dell’Interno, Luciana Lamorgese, a un’interrogazione di FI sulle iniziative urgenti volte a controllare il flusso di migranti irregolari verso il Friuli Venezia Giulia. “Sotto il profilo dell’alleggerimento delle presenze nei centri di accoglienza della Regione evidenzio che si sta lavorando in tale direzione, tant’è che già a partire dal 21 aprile scorso sono stati disposti trasferimenti per 475 migranti in altre regioni”.

(LaPresse)

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome