Migranti, Lega: “La situazione in Sicilia è incontrollabile, il governo invii l’esercito”

"La situazione in Sicilia, a causa dei migranti, è ormai fuori controllo"

Foto LaPresse - Guglielmo Mangiapane

ROMA – “La situazione in Sicilia, a causa dei migranti, è ormai fuori controllo. Migliaia di migranti sparsi ovunque, decine positivi al covid, centinaia in quarantena, dichiarano il senatore Stefano Candiani segretario della Lega in Sicilia e Igor gelarda, capogruppo della Lega a Palermo e responsabile regionale dei dipartimenti. Le forze dell’ordine, Polizia, Carabinieri e Guardia di Finanza, hanno fatto e stanno facendo un lavoro incredibile. Ma da soli non possono continuare a gestire questa emergenza che, grazie all’incapacità e all’incoscienza di chi ci governa, è qualcosa di estremamente pericoloso.

Trattandosi di un problema che è a metà tra l’ordine pubblico e quello sanitario. A parte qualche proclama poco credibile di questi giorni, da parte del governo Conte sulla necessità di bloccare gli sbarchi, la verità è che l’invasione continua ormai inesorabile. Uomini e donne in divisa sono chiamati a svolgere una attività pericolosa, dato il continuo contatto con persone positive al covid, o che potrebbero esserlo. Per questa ragione chiediamo al governo l’invio immediato dell’esercito nell’isola, perché non è giusto lasciare da sole le forze dell’ordine nella gestione dei migranti, né possiamo continuare a mettere a rischio la salute e la sicurezza dei siciliani.

La situazione in questo momento è pressoché disperata, e non possiamo lasciare i siciliani in balia del loro destino. La Sicilia non è una colonia né del governo Conte né dei poteri forti dell’Unione Europea” concludono i due esponenti del Carroccio.

(LaPresse)

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome