F1, Leclerc all’attacco sui social: “Non sono un razzista”

Il pilota della Ferrari risponde alle critiche ricevute nelle scorse settimane

Charles Leclerc (Photo by ANDREJ ISAKOVIC / AFP)

MILANO“È molto triste vedere come alcune persone manipolano le mie parole per fare notizia facendomi sembrare un razzista. Non sono razzista e odio assolutamente il razzismo. Il razzismo è disgustoso”. Così Charles Leclerc, pilota della Ferrari, in una serie di post su Twitter risponde alle critiche ricevute nelle scorse settimane per non essersi inginocchiato sulla griglia di partenza dei primi Gran Premi di F1, come invece fatto da altri suoi colleghi per protestare contro la morte di George Floyd.

“Smettetela di inserirmi nello stesso gruppo di queste persone disgustose che discriminano gli altri a causa del colore della pelle, della religione o del sesso. Non faccio parte di loro e non lo farò mai”, scrive ancora Leclerc su Twitter. “Sono sempre stato rispettoso con tutti e questo dovrebbe essere lo standard nel mondo di oggi”, prosegue il giovane ferrarista. “E a chiunque stia usando la mia immagine per promuovere idee sbagliate, per favore basta. Non sono in politica e non voglio essere coinvolto in questo”, conclude Leclerc diffidando dall’essere strumentalizzato.

(LaPresse)

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome