Roma, con Friedkin possibile uscita da Piazza Affari

Il neo presidente sottoscriverà parte di aumento capitale

Foto Fabio Rossi/AS Roma/LaPresse

MILANO – L’Opa obbligatoria che il gruppo statunitense Friedkin – necessaria per il completamento dell’acquisizione di As Roma – potrebbe portare all’uscita del club da Piazza Affari. L’Opa, si legge in una nota congiunta rilasciata anche a seguito dei contatti preliminari con la Consob, “potrebbe essere funzionale al delisting del club”. La decisione finale “sarà comunicata con le comunicazioni ex art. 102 del Tuf che saranno pubblicate alla data del closing”, continuano i gruppi.

Il gruppo Friedkin – all’interno dell’accordo per l’acquisizione di As Roma – intende confermare l’intenzione “di supportare le esigenze finanziarie del club sottoscrivendo una quota del previsto aumento di capitale per un ammontare almeno pari a quello dei finanziamenti-soci erogati al club”. Lo comunicano le società in una nota congiunta, spiegando che una volta acquistato il controllo del club, Friedkin finalizzerà la tempistica definitiva e l’ammontare complessivo del menzionato aumento di capitale”.

(LaPresse)

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome