Oms, Monti: “Difficile ridurre le tasse se la salute deve contare di più”

Le dichiarazioni dell'ex premier in merito al suo nuovo ruolo

Mario Monti (Foto LaPresse - Claudio Furlan)

ROMA“Quel che è certo è che la salute dovrà pesare di più nelle scelte politiche, se vogliamo evitare crisi che – oltre al loro tragico effetto sulle vite delle persone – rischiano di costare un multiplo delle cifre che si potrebbero stanziare per prevenirle o attenuarne la portata devastante”. Così l’ex premier Mario Monti a Repubblica in merito al suo ruolo di presidente della nuova commissione Oms incaricata di individuare le priorità post pandemia Covid-19.

“È difficile attuare politiche che contrastino il cambiamento climatico ed è più facile promettere che il prossimo anno le tasse caleranno. Peccato – sottolinea – che se si deve investire sulla salute e sulla difesa dell’ambiente difficilmente si potrà spendere di meno e difficilmente si potranno ridurre le tasse, a meno di non fare scelte precise in altri settori di spesa”. “Il mio non è uno sposalizio né un endorsement nei confronti dell’Oms né loro con me. Io ho considerato se si può fare un lavoro utile, interessante oltre che gratuito per lo sviluppo della sanità”.

(LaPresse)

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome