Coronavirus, F. Boccia: “Si balla fino a Ferragosto, poi stretta sulla movida”

Le parole del ministro per gli Affari regionali

Foto Fabio Cimaglia/ LaPresse in foto Francesco Boccia

MILANO – “Se i numeri non cambiano sarà inevitabile” un fremo alla movida selvaggia, “la prossima settimana si cercherà di condividere una scelta rigorosa con tutte le regioni”. Lo ha detto il ministro per gli Affari regionali Francesco Boccia intervistato su La Stampa. “Con i colleghi Speranza e Patuanelli abbiamo fatto un discorso chiaro alle regioni – prosegue il ministro Boccia. L le discoteche per noi non andavano proprio riaperte, le linee guida del governo andavano in questa direzione”. Ma con il decreto del 16 maggio si era deciso di lasciare comunque alle regioni la possibilità di valutare l’opportunità di far riaprire. Rispettando certe condizioni. Ai governatori “Noi gli diciamo: siete autonomi, assumetevi le vostre responsabilità”.

(LaPresse)

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome