Musica, Gianna Nannini al concertone della Notte della Taranta

Sarà sul palco di Melpignano, senza pubblico, in quest'edizione segnata dall'emergenza coronavirus

Foto Guberti/Rasero/LaPresse 09 Febbraio 2018 Sanremo, Italia spettacolo Festival di Sanremo 2018, quarta serata. Nella foto: Gianna Nannini Photo Guberti/Rasero/LaPresse February 9th, 2018 Sanremo, Italy entertainment Sanremo music festival 2018, fourth evening. In the photo: Gianna Nannini

TORINOGianna Nannini torna dopo 16 anni alla Notte della Taranta. La regina del rock italiano farà parte del cast artistico del concertone finale di Melpignano, trasmesso da Rai2 il 28 agosto alle 22.50. Quando si esibì nel 2004 regalò al pubblico una performance indimenticabile e densa. Anche quest’anno porterà a La Notte della Taranta, giunta all’edizione numero 23, tutta la sua grinta. L’artista ha accettato l’invito di Paolo Buonvino, Maestro concertatore della Notte della Taranta 2020, e sarà sul palco di Melpignano, senza pubblico, in quest’edizione segnata dall’emergenza coronavirus.

Il cast del concertone

L’organizzazione ha deciso di annullare le tappe del festival itinerante nei 19 comuni del Salento e di svolgere a porte chiuse l’appuntamento clou di Melpignano. Quello della Nannini sarà così un doppio regalo, dato che i suoi i concerti dal vivo in Italia e all’estero sono stati posticipati al 2021. Si completa quindi il cast del concertone: Nannini, Mahmood e Diodato, accompagnati dall’Orchestra popolare Notte della Taranta e dall’Orchestra Roma Sinfonietta, dirette dal maestro e compositore di celebri colonne sonore Paolo Buonvino.

Presenti anche Diodato e Mahmood

Il vincitore del Festival di Sanremo 2020 con ‘Fai Rumore’, di origini pugliesi, dopo un anno di grandi successi, sarà chiamato a reinterpretare il repertorio della tradizione salentina. Diodato è anche tra i pochi artisti in tour, con ‘Un’altra estate’, dall’omonimo singolo uscito a maggio e scritto durante i mesi di lockdown. Sul palco di Melpignano si alternerà a Mahmood.

Dopo aver ballato tra le sfingi del Museo Egizio di Torino, l’artista milanese continua il suo viaggio musicale, dalla doppia vittoria a Sanremo Giovani e Sanremo nel 2019 al secondo posto all’Eurovision Song Contest di Tel Aviv, al successo del primo tour europeo e la vittoria del premio per il Best Italian Act agli Mtv Ema dello scorso autunno, fino al Salento.

(LaPresse/di Silvia Caprioglio)

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome