M5S, Di Maio: “Noi casta con terzo mandato? La casta sono i furbetti del bonus”

Foto Michael Kappeler / Pool via AP in foto Luigi Di Maio

ROMA – Il terzo mandato certifica che il M5S è diventato casta? “La casta sono i furbetti del bonus che poi scaricano la colpa sui commercialisti, sono quelli che impugnano l’abolizione dei vitalizi per tenersi un privilegio medievale mentre l’Italia vive una crisi senza precedenti”. Così, in un’intervista a ‘La Stampa’, il ministro degli Esteri Luigi Di Maio (M5S).

“Credo, come diceva Nenni, che l’immobilismo giovi alla conservazione, che l’alimenti e se ne alimenti. L’attesa ècorrosiva per una democrazia parlamentare, bisogna mostrarsi capaci di reagire, di maturare mentre anche gli scenari internazionali intorno a noi evolvono. Penso alla guerra dei dazi, alle tensioni Washington-Pechino, alle nuove minacce, ibride e mutevoli nel mediterraneo e non solo, che inevitabilmente devono spingerci a un rafforzamento dell’Ue e delle sue istituzioni, salvaguardando i valori propri di ogni Stato. Sono tutti elementi che una forza politica come la nostra, che nel 2018 ha raccolto 11milioni di consensi,ha il dovere di cogliere”. Così, in un’intervista a ‘La Stampa’, il ministro degli Esteri Luigi Di Maio (M5S).

(LaPresse)

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome