Coronavirus, Kyriakides: “Vaccino entro l’anno, l’Ue comprerà 1,5 miliardi di dosi”

"Abbiamo negoziato intensamente ogni giorno quest’estate e abbiamo completato colloqui esplorativi con cinque aziende sui rispettivi vaccini candidati. Giovedì ho firmato il primo contratto con AstraZeneca, una tappa importante nel nostro impegno per trovare una soluzione sostenibile".

ROMA – “Abbiamo negoziato intensamente ogni giorno quest’estate e abbiamo completato colloqui esplorativi con cinque aziende sui rispettivi vaccini candidati. Giovedì ho firmato il primo contratto con AstraZeneca, una tappa importante nel nostro impegno per trovare una soluzione sostenibile. Finora le nostre discussioni riguardano la possibilità di acquistare oltre 1,5 miliardi di dosi di potenziali vaccini futuri sicuri ed efficienti. E ne arriveranno altri”. Così Stella Kyriakides, commissario Ue alla Salute, intervistata dalla Stampa. “In questa fase, qualsiasi previsione sarebbe rischiosa. Ma abbiamo buone indicazioni che il primo vaccino potrebbe essere disponibile verso la fine di quest’anno, o all’inizio del 2021. Il nostro obiettivo è che tutti i cittadini e tutti i Paesi abbiano pari accesso. Fino ad allora, la nostra autodisciplina è la migliore difesa contro il virus, indipendentemente da quanto stanchi saremo delle restrizioni”, ha aggiunto.

LaPresse

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome