Migranti, sindaco di Lampedusa: “L’emergenza gestita come una situazione ordinaria”

"Non è che io e il ministro Lamorgese siamo stati lasciati soli e non si può dire che il piano del ministro dell'Interno per Lampedusa non sia stato seguito, piuttosto è stata gestita un'emergenza con metodi ordinari"

migranti
Foto LaPresse/Stefano Cavicchi

MILANO – “Non è che io e il ministro Lamorgese siamo stati lasciati soli e non si può dire che il piano del ministro dell’Interno per Lampedusa non sia stato seguito, piuttosto è stata gestita un’emergenza con metodi ordinari”. Lo ha detto il sindaco di Lampedusa, Totò Martello, raggiunto al telefono da LaPresse al termine dell’incontro con imprenditori, commercianti e cittadini dell’isola, dove negli ultimi giorni sono sbarcati a più riprese oltre 700 migranti. “Non si può aspettare un mese per avere l’appalto per una nave” che porti i migranti sulla terra ferma, prosegue il sindaco Martello, perchè “questi sono metodi ordinari. E se a Lampedusa, com’è accaduto, arrivano 400 migranti in una notte cosa fai?”.

(LaPresse)

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome