Mediterraneo orientale, Erdogan: “La Grecia avvii i colloqui o pagherà le conseguenze”

Ankara, ha sottolineato il presidente turco, è "pronta per ogni evenienza e risultato"

Foto Adem Altan / AFP in foto Erdogan

ANKARA – Il presidente turco Recep Tayyip Erdogan ha avvertito la Grecia di avviare colloqui sulle rivendicazioni territoriali del Mediterraneo orientale altrimenti ne affronterà le conseguenze. “O capiranno il linguaggio della politica e della diplomazia, o capiranno sul campo con esperienze dolorose”, ha detto alla cerimonia di apertura di un ospedale a Istanbul. La Turchia è al centro di una disputa con Grecia e Cipro per il controllo e lo sfruttamento delle risorse energetiche in un tratto del Mediterraneo orientale su cui Atene rivendica la sovranità, non riconosciutagli da Ankara.

“Capiranno che la Turchia ha il potere politico, economico e militare per strappare le mappe e i documenti immorali imposti”, ha aggiunto Erdogan, riferendosi alle aree contrassegnate dalla Grecia e da Cipro come loro zone marittime economiche. Ankara, ha sottolineato Erdogan, è “pronta per ogni evenienza e risultato”.

(LaPresse/AP)

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome