Navalny, sì della Germania alla richiesta di assistenza legale in Russia

Il ministero della Giustizia tedesco ha approvato la richiesta di Mosca di assistenza legale nelle indagini sull'avvelenamento del leader dell'opposizione Alexei Navalny, incaricando i procuratori dello Stato di lavorare con le autorità russe

BERLINO – Il ministero della Giustizia tedesco ha approvato la richiesta di Mosca di assistenza legale nelle indagini sull’avvelenamento del leader dell’opposizione Alexei Navalny, incaricando i procuratori dello Stato di lavorare con le autorità russe. Lo ha annunciato la procura di Berlino su Twitter, parlando dell’incarico ricevuto di fornire assistenza legale alla Russia e informazioni sul suo stato di salute, “previo suo consenso”. Navalny ha avuto un grave malessere il 20 agosto su un volo interno in Russia, è stato poi trasferito a Berlino dove gli esperti di armi chimiche tedeschi hanno stabilito che era stato avvelenato con un agente nervino di era sovietica. La Germania ha quindi chiesto alla Russia di indagare. Tenuto in coma indotto per oltre una settimana e curato con un antidoto, si è ripreso ed è stato fatto uscire dal coma. La decisione sulla collaborazione con gli investigatori di Mosca arriva dopo che il ministero della Giustizia aveva ricevuto la richiesta di assistenza dalla Russia.

LaPresse

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome