Coronavirus, aumentano le vittime e i contagi ma più tamponi. Pronto il test super veloce

Una buona notizia, invece, arriva dal fronte della ricerca. Menarini Diagnostics ha messo a punto un nuovo test in grado di verificare in 12 minuti la positività al covid-19

Foto Mauro Scrobogna / LaPresse Coronavirus, emergenza sanitaria Nella foto: continua il lavoro delle squadre sanitarie delle ASL

MILANO – Aumentano i nuovi casi di coronavirus in Italia. Nelle ultime 24 ore sono stati registrati 1.452 contagi, contro i 1.229 di martedì, per un totale di 291.442 dall’inizio della pandemia. Anche il numero dei tamponi è cresciuto, arrivando a quota 100.607 in un giorno, contro i 80.517 di martedì. Sale però anche il numero delle vittime che sono state 12, contro le 9 di 24 ore fa. Il totale dei morti dall’inizio della pandemia arriva così a 35.645. Tra le vittime, anche un medico. All’elenco dei dottori deceduti a causa dell’epidemia pubblicato sul portale Fnomceo si aggiunge infatti l’urologo Paolo Marandola, che lavorava in Zambia proprio per studiare studiare il virus. Con lui, sono 177 i medici italiani che hanno perso la vita da febbraio ad oggi.

Aumentano i contagi

E mentre la curva del contagio non accenna ad appiattirsi, resta altissima la preoccupazione per un possibile picco legato alla riapertura delle scuole. Tra i docenti, infatti, si stanno registrando i primi casi. A Chianciano, nel Senese, la maestra di una scuola primaria è risultata positiva al coronavirus e altre nove insegnanti della stessa scuola sono in quarantena precauzionale fino al 30 settembre. Il sindaco Andrea Marchetti, in accordo con il dirigente scolastico e l’Asl, ha disposto la chiusura della scuola per via della mancanza del personale. La maestra, paucisintomatica, risultata positiva, da quanto spiega l’amministrazione comunale, non aveva mai fatto ingresso a scuola dopo la riapertura. E non ha mai avuto contatti con i bambini in attesa del risultato del tampone. Gli alunni affronteranno le prime settimane di lezione con la didattica a distanza.

Arriva il test super veloce

Una buona notizia, invece, arriva dal fronte della ricerca. Menarini Diagnostics ha messo a punto un nuovo test in grado di verificare in 12 minuti la positività al covid-19. Ma anche di evidenziare se ha sviluppato gli anticorpi al Sars-Cov-2 e di dare un’indicazione sulla sua carica virale, così da identificare subito i pazienti maggiormente infettivi e più a rischio. È il nuovo test di per la ricerca dell’antigene.

Questi test, spiega l’azienda farmaceutica, si differenziano da quelli in biologia molecolare perché, anche se il mezzo utilizzato per prelevare il campione è sempre il tampone nasofaringeo, i test antigenici non ricercano il materiale genetico del virus. Ma rilevano la presenza dell’antigene e quindi di un’eventuale infezione, attraverso la ricerca di proteine specifiche del virus. E lo fanno attraverso la piattaforma Point of Care Afias, una strumentazione facile da trasportare e di semplice utilizzo, più veloce, meno costosa e con risultati altrettanto affidabili.

La stessa strumentazione può anche essere utilizzata, con una diversa applicazione, per l’indagine sierologica misurando la quantità di anticorpi IgM e IgG presenti nel sangue del paziente. Il procedimento è il medesimo, differisce solo la tipologia del campione da analizzare che, in questo caso, verrà raccolto tramite digito puntura (prelievo capillare) o attraverso un prelievo venoso.

(LaPresse/di Benedetta Dalla Rovere)

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome