Borsa, a Milano nessun rimbalzo: pesano i timori sul coronavirus

A pesare sui corsi azionari sono i rinnovati timori per l'aumento dei contagi in molti Paesi europei e per il rischio di nuove misure di lockdown

Borsa Piazza Affari

MILANO – Piazza Affari chiude in territorio positivo ma senza mettere a segno un rimbalzo capace di annullare le pesanti perdite di ieri. L’indice Ftse Mib, al termine degli scambi, ha registrato un rialzo di appena lo 0,54% a 19.895,59 punti recuperando solo in minima parte dal -3,75% della prima seduta settimanale. Ieri sui mercati azionari di tutto il mondo si è abbattuta un’ondata di vendite pesanti che hanno acuito, comunque, un trend già da giorni ribassista.

Pesano i timori per l’aumento dei contagi

A pesare sui corsi azionari sono i rinnovati timori per l’aumento dei contagi in molti Paesi europei e per il rischio di nuove misure di lockdown. Proprio ieri la Francia ha delineato una situazione allarmante imponendo zone rosse un po’ dovunque. Mentre in Spagna sembra sempre più delicata la posizione di alcune municipalità, a partire da quella di Madrid. Oggi, poi, le preoccupazioni del mercato sono state esacerbate dalle notizie negative provenienti dal Regno Unito. Dove, in sostanza, il premier Boris Johnson ha invitato le persone a lavorare da casa e ha annunciato nuove misure restrittive con la riduzione degli orari di apertura di pub e ristoranti.

Incertezza sui mercati europei

La ridda di notizie negative ha creato così incertezza e quindi alimentato il nervosismo degli investitori, come dimostrato da un’indice salito alla ribalta delle cronache finanziarie durante la crisi post-Lehman Brothers. Il Vix, l’indicatore che misura la volatilità degli scambi, è balzato ieri del 32% in Europa e del 15% a Wall Street.

La seduta odierna non ha subito contraccolpi pesanti ma non è stata tale da far recuperare, se non in minima parte, il tonfo di ieri.I principali listini europei hanno chiuso la seduta contrastati. L’indice Ftse100 di Londra ha registrato un rialzo dello 0,43% a 5.829,46 punti, l’Ibex-35 di Madrid un ribasso dello 0,65% a 6.648,6 punti, il Cac40 di Parigi una perdita dello 0,4% a 4.772,84 punti e il Dax di Francoforte un guadagno dello 0,41% a 12.594,39 punti.

Trend analogo a Wall Street

Insomma il rimbalzo messo a segno in avvio di seduta, con indici tutti in territorio positivo per quanto non esaltante, si è dimostrato solo un timido tentativo e null’altro. Trend analogo è stato riscontrato anche a Wall Street, con alcuni indici passati in rosso proprio per effetto dei crescenti timori per le nuove ondate di contagio. E per le dichiarazioni del presidente della Fed, Jerome Powell, che al Congresso ha parlato non solo di segnali di miglioramento per l’economia americana ma anche di un’elevata incertezza sulla ripresa. E questo nonostante le promesse del presidente Donald Trump sull’imminente arrivo di un vaccino.

(AWE/LaPresse/di Rosario Murgida)

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome