Calcio, Agnelli: “Con la pandemia è a rischio la sopravvivenza di alcuni club”

La lettera del presidente agli azionisti della Juventus, in vista della prossima assemblea del 15 ottobre

Foto Vincenzo Livieri - LaPresse 15-09-2017 - Roma Andrea Agnelli arriva al Tribunale federale nazionale della FigcNella Foto Il presidente della Juventus Andrea Agnelli Photo Vincenzo Livieri - LaPresse 15-09-2017- Roma News Andrea Agnelli arrives to the Figc courtIn The pic Andrea Agnelli

TORINO“Da tempo, in questa ed altre sedi, abbiamo segnalato l’asimmetria di un sistema che pone il rischio imprenditoriale sui club, i quali sostengono tutti i costi del sistema. Ma assegna ad altri soggetti una parte rilevante del controllo e, quindi, della generazione degli introiti”. Così il presidente Andrea Agnelli nella sua lettera agli azionisti della Juventus, in vista della prossima assemblea del 15 ottobre.

L’analisi di Agnelli

Prosegue Agnelli: “Non si tratta di una critica o di una sorpresa ma di uno spunto di riflessione per il futuro. Il sistema è costruito in questo modo per garantire meccanismi di mutualità dal vertice della piramide calcistica verso la base. Tuttavia, i segnali di contrazione e qualche inefficienza gestionale, già evidenti negli anni scorsi, rischiano oggi di trasformarsi in un danno evidente per coloro che vogliono contribuire all’evoluzione di tutto il movimento calcistico. E, al contempo, garantire un’adeguata remunerazione del capitale investito”.

Settore calcistico in difficoltà

“Il principio cardine dell’impresa moderna è il controllo delle risorse per le quali si assumono oneri e rischi. La separazione di questo bilanciamento è percepita come innaturale, forzata. È un tema di governance – spiega Agnelli – che gli effetti della pandemia stanno mettendo a durissima prova, minacciando la stessa sopravvivenza dei club, che quei rischi affrontano, senza disporre degli strumenti che consentirebbero loro di mitigarli”.

(LaPresse)

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome