M5S, Fico ammonisce dopo la batosta alle Regionali: “Basta con le battaglie intestine, più collegialità”

E il Premier Conte, dopo la vittoria del referendum, punta a nuovi progetti tra cui la riforma del Fisco e la legge elettorale

Foto Roberto Monaldo / LaPresse in foto Roberto Fico

“Basta con le battaglie intestine”, è il monito con cui il grillino e Presidente della Camera, Roberto Fico, ammonisce il Movimento: “Dobbiamo avere una collegialità maggiore perché alcuni problemi ancora vivi nel M5S derivano da verticismo troppo spinto che c’è stato. Serve una collegialità per trovare sintesi, è il sale della democrazia ma anche una soluzione per una maggiore maturità”.

Via ad altre riforme

“Il taglio dei parlamentari approvato con il referendum – ha aggiunto Fico – ora chiama altre riforme. Non possiamo lasciare il prossimo parlamento con un numero ridotto di parlamentari e un vecchio regolamento. Capisco che sono temi che sentiamo da 30 anni ma ora il referendum è stato votato e il sì ha vinto in modo schiacciante, è una riforma costituzionale importante che è stata fatta da questa legislatura. Ora i regolamenti della Camera e del Senato devono per forza essere adeguati al taglio dei parlamentari, ci vuole una lunga discussione e si arriverà a una riforma. Questo significa mettere in sicurezza le riforme perché funzionino al meglio. E poi serve la legge elettorale che è in commissione affari costituzionali, si sta lavorando ed è importante arrivarci”.

Conte, nuovi progetti

E il Premier Giuseppe Conte dopo l’acquisizione del taglio dei parlamentari, punta a nuovi progetti dell’esecutivo tra cui la riforma del Fisco e quella della legge elettorale: “Non mi sento di dire che il voto premia o blinda il presidente del Consiglio o il governo. Saremo giudicati per quanto riusciremo a realizzare nell’interesse degli italiani. Siamo al lavoro per una riforma del Fisco che ci permetta di arrivare ad un sistema più equo ed efficiente, è il momento di agire”. E incalza i partiti dopo il referendum: “Dobbiamo accelerare sull’iter già avviato in Parlamento sulla riforma della legge elettorale”. E stasera incontro con i capigruppo della maggioranza.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome