Migranti, Molteni (Lega): “Patto Ue colossale è una fregatura per l’Italia”

"Continueremo ad essere il campo profughi d’Europa, il Governo si opponga. Il regolamento di Dublino, penalizzante per l’Italia, non viene abolito ma rimane in vigore e il principio di accoglienza per il paesi di primo ingresso rimane intatto con grave pregiudizio per l’Italia"

Foto Anne Chaon / AFP

ROMA -“Continueremo ad essere il campo profughi d’Europa, il Governo si opponga. Il regolamento di Dublino, penalizzante per l’Italia, non viene abolito ma rimane in vigore e il principio di accoglienza per il paesi di primo ingresso rimane intatto con grave pregiudizio per l’Italia. Chi sbarca in Italia rimarrà in Italia e il nostro Paese sarà gravato anche dalle operazioni di screening e identificazione. Si legittimano le ONG straniere anziché contrastarle e metterle fuori legge quando violano i divieti di ingresso nelle acque territoriali , non si prevedono gli hotspot nei paesi di partenza e transito per selezionare i richiedenti asilo dai migranti economici, non ci sono i pattugliamenti congiunti per contrastare scafisti e barconi, i rimpatri sponsorizzati rimarranno sulla carta e non c’è il principio di rotazione dei porti Ue per lo sbarco dei migranti. Tutti continueranno a sbarcare in Italia e Grecia e nei paesi che si affaccino sul mediterraneo. Questo Patto Ue su migranti e asilo rischia di essere una sciagura per il nostro Paese. Il governo anziché distruggere i decreti Salvini pensi a difendere dignità e sovranità del nostro Paese in Ue”. Così il deputato Nicola Molteni, responsabile del Dipartimento sicurezza della Lega.

(LaPresse)

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome