Pd, Santori a Zingaretti: “Un partito incapace di parlare ai sognatori è già morto”

Foto Valerio Portelli / LaPresse in foto Mattia Santori

ROMA“Un partito incapace di parlare ai sognatori è un partito già morto. Sappiamo che non è facile, ma se non vogliamo che la parola ‘comunità’ rimanga una metafora, torniamo a scoprire il valore delle persone. Se non vogliamo che vinca la pancia, torniamo a parlare ai cervelli. Se non vogliamo che ‘Bella Ciao’ rimanga il titolo di una festa, torniamo a cantarla. Non avete più scuse, non abbiamo più scuse”. Lo scrive il leader delle Sardine, Mattia Santori, in una lettera indirizzata al segretario del Pd, Nicola Zingaretti, e agli elettori di centrosinistra, dopo l’esito delle regionali. (LaPresse)

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome