Usa: scontri a Louisville tra polizia e manifestanti, due agenti feriti

Durante le manifestazioni contro la decisione del gran giurì di non accusare nessuno dei tre agenti di omicidio per la morte di Breonna Taylor, la donna afroamericana uccisa dalla polizia nel suo letto a colpi di pistola

Police and protesters clash, Wednesday, Sept. 23, 2020, in Louisville, Ky. A grand jury has indicted one officer on criminal charges six months after Breonna Taylor was fatally shot by police in Kentucky. The jury presented its decision against fired officer Brett Hankison Wednesday to a judge in Louisville, where the shooting took place.(AP Photo/John Minchillo)

Duri scontri a Louisville in Kentucky tra polizia e manifestanti che chiedono giustizia contro la decisione del gran giurì su Breonna Taylor, la donna afroamericana uccisa dalla polizia nel suo letto a colpi di pistola per la cui morte nessuno dei tre agenti è stato accusato di omicidio. Durante gli scontri due poliziotti sono rimasti feriti.

La rivolta

L’accusa con cui è stato incriminato il poliziotto reo dell’omicidio e che ha fatto scatenare la razione dei manifestanti è quella di “condotta negligente e pericolosa”. Uno dei due agenti feriti è stato sottoposto ad intervento chirurgico ma non versa in condizioni critiche. Il presunto autore dello sparo al poliziotto è stato arrestato.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome