Coronavirus, per la regina Elisabetta II perdite da 35 mln sterline

Foto Kirsty O'Connor / PA Wire in foto la Regina Elisabetta II

LONDRA (REGNO UNITO) – La regina Elisabetta II e la sua famiglia stanno affrontando una perdita di 35 milioni di sterline per la pandemia di coronavirus, in parte dovuta a una carenza dei turisti. Il tesoriere della regina, Michael Stevens ha affermato che la mancanza di visite da parte dei turisti negli edifici reali potrebbe portare a un deficit generale di 15 milioni di sterline in tre anni. L’impatto della pandemia potrebbe anche causare un deficit di 20 milioni di sterline in 10 anni, 369 milioni di sterline la sostituzione del riscaldamento antiquato, l’impianto idraulico e l’impianto elettrico a Buckingham Palace.

I funzionari hanno affermato che occorre immediatamente sostituire l’infrastruttura obsoleta del palazzo, che ha avuto la sua ultima importante ristrutturazione dopo la seconda guerra mondiale. Stevens ha detto che la famiglia reale non chiederà più soldi del governo, ma cercherà di “gestire l’impatto con i propri sforzi”. Buckingham Palace ha già introdotto un congelamento delle retribuzioni del personale e una sospensione delle assunzioni.

I conti mostrano che la monarchia è costata ai contribuenti britannici 69,4 milioni di sterline nell’anno fino alla fine di marzo, con un aumento di 2,4 milioni rispetto all’anno precedente. Il principe Harry e la moglie, Meghan, hanno pagato una somma non rivelata per rimborsare le casse pubbliche per l’affitto e la ristrutturazione della loro casa Frogmore Cottage vicino al Castello di Windsor. La somma esatta apparirà nei conti del prossimo anno. I soli costi di ristrutturazione della casa sono stati di 2,4 milioni di sterline. (LaPresse/AP)

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome