Serie A, per l’Inter esame Fiorentina. Esordio della Lazio a Cagliari, il Toro sfida l’Atalanta

Alle 18 è il turno della Lazio: anche per i biancocelesti è l'esordio stagionale in campionato. Primo avversario il Cagliari dell'ex romanista Di Francesco

L'arbitro Abisso al Var durante Fiorentina-Inter © Jennifer Lorenzini-LaPresse

TORINO – Si apre con ben quattro anticipi il secondo turno di Serie A al via domani. Riflettori puntati su San Siro, che in serata ospita l’esordio in campionato dell’Inter: i nerazzurri, che recupereranno l’impegno della prima giornata con il Benevento mercoledì prossimo, testano subito le loro ambizioni scudetto affrontando la Fiorentina. Avversario che quest’anno scatta con l’obiettivo di agganciare l’Europa, soprattutto se riuscirà a trattenere i gioielli Milenkovic e Chiesa. Conte dovrebbe lanciare dal 1′ i due acquisti Hakimi e Kolarov. In avanti il collaudatissimo tandem Lautaro-Lukaku, mentre l’altro volto nuovo Vidal scatterà dalla panchina. I viola di Iachini, reduci dal successo al debutto sul Torino, puntano al colpaccio: subito in campo Bonaventura, Borja Valero invece dovrebbe scattare dalla panchina.

Esordio dell’Atalanta

‘Prima’ in campionato anche per l’Atalanta, attesa in casa proprio dei granata che in giornata attendevano l’esito dell’ultimo giro di tamponi dopo l’ultimo caso riscontrato in squadra. Tutti negativi, quindi via libera per la gara dell’Olimpico (fischio d’inizio alle 15). La Dea, reduce dall’entusiasmante cavalcata della scorsa stagione tra Italia e Europa, vuole continuare a stupire. Anche se Gasperini non indica ambizioni di classifica, almeno per il momento: “Abbiamo molta voglia di ricominciare, ci aspettano tanti impegni stimolanti. Prima però cominciamo, poi ci porremo degli obiettivi strada facendo”. I bergamaschi rappresenteranno subito un importante test per il Toro che in estate ha cambiato allenatore, puntando sulla voglia di rivalsa di Giampaolo.

Scende in campo anche la Lazio

Alle 18 è il turno della Lazio: anche per i biancocelesti è l’esordio stagionale in campionato. Primo avversario il Cagliari dell’ex romanista Di Francesco. Inzaghi carica la squadra che la scorsa stagione, prima del lockdown, fu grande protagonista. Il mercato, per adesso, non ha portato vere novità e si ripartirà dalla fame di gol di Ciro Immobile, affiancato da Correa. “Siamo ripartiti ridotti all’osso ma abbiamo raggiunto il nostro obiettivo Champions. Voglio che sia un grande anno, sappiamo i problemi incontrati lo scorso anno e cercheremo di eliminarli”, ha assicurato l’allenatore. Quanto gli obiettivi “non faccio griglie, forse partiamo dietro alcune squadre, saremo in emergenza ma questo non deve essere un alibi”. Davanti un Cagliari rilanciato nelle ambizioni: in panchina c’è Di Francesco, dall’Inter è arrivato Godin e il club continua a lavorare per il ritorno di Nainggolan.

Samp-Benevento

In contemporanea al match della Sardegna Arena si gioca Sampdoria-Benevento. I blucerchiati di Ranieri, che oggi hanno ufficializzato l’arrivo di Candreva e attendono Keita Baldé, cercano il pronto riscatto dopo il ko all’esordio in casa della Juventus. Stavolta Quagliarella, dopo i primi 45′ in panchina all’Allianz Stadium, dovrebbe partire da titolare. Grande entusiasmo in casa dei sanniti, rimasti a riposo la scorsa giornata visto il rinvio dell gara con l’Inter. Guidati da Filippo Inzaghi, i giallorossi sbarcano in Serie A con l’intenzione di rendere vita dura a tutti. “La squadra dovrà sempre uscire dal campo avendo dato la sensazione di aver fatto e dato il massimo”, le parole del tecnico. “Sappiamo che affronteremo una squadra forte, con valori importanti ma in Serie A sarà spesso così”.

(LaPresse/di Attilio Celeghini)

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome