Inps, Deidda: “Per Tridico lo stipendio raddoppiato, premio del Pd-5S”

"Mentre moltissimi lavoratori, da marzo ad oggi, aspettano ancora la cassa integrazione e le sedi INPS, soprattutto in Sardegna, il Presidente dell’INPS TRIDICO che cosa fa? Decide bene di raddoppiarsi lo stipendio e con lui anche tutti i suoi delegati amministrativi"

Foto Vincenzo Livieri - LaPresse in foto Pasquale Tridico

ROMA – “Mentre moltissimi lavoratori, da marzo ad oggi, aspettano ancora la cassa integrazione e le sedi INPS, soprattutto in Sardegna, continuano alcune a rimanere chiuse ed altre a creare moltissimi disagi per carenza di personale – già più volte denunciato da Fratelli d’Italia – il Presidente dell’INPS TRIDICO che cosa fa? Decide bene di raddoppiarsi lo stipendio e con lui anche tutti i suoi delegati amministrativi. É una vergogna nei confronti di tutti i lavoratori ed imprenditori onesti, che nonostante la crisi dovuta alla pandemia hanno pagato regolarmente le tasse e anticipato, in alcuni casi, la cassa integrazione ai propri dipendenti. Ricordo al Ministro dell’interno e al Presidente dell’INPS TRIDICO, che ho presentato diverse interrogazioni e che ancora attendo risposta sia per quanto riguarda i continui disagi che stanno procurando le sedi INPS sul territorio sardo sia per tutti quei militari che ancora attendono – nonostante diverse sentenze della Corte dei Conti abbiano dato parere favorevole – il ricalcolo dei contributi secondo l’Art. 54 che comporterebbe un aumento delle pensioni dovute”. Così Salvatore Deidda, Deputato di FdI e Capogruppo in Commissione Difesa.

(LaPresse)

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome