Maltempo, flagellata la costa toscana: 11 feriti e danni

E' stato aperto nella palestra del Lillatro il Centro operativo comunale

Foto Ufficio Stampa Vigili del Fuoco/LaPresse

FIRENZE – Si aggrava il bilancio dei danni e dei feriti, undici in tutto, causati dall’ondata di maltempo che ieri ha flagellato la Toscana, in particolare lungo la costa, dalla Versilia alla Maremma.

Una tromba d’aria, ieri sera, poco prima delle 21, ha colpito la zona del Lillatro e dei Palazzoni a Rosignano Solvay (Livorno). Sette abitazioni, diverse auto e alcune strutture, tra cui la tensostruttura e il ristorante del Circolo Canottieri Solvay, hanno subito gravi danni, con delle strade bloccate a causa della caduta di pini (oltre alle vie della zona, Via Aurelia è rimasta chiusa in direzione sud). Sono rimaste ferite sei persone: due, le più gravi, si trovano all’ospedale di Livorno dove sono state ricoverate per politraumi; quattro all’ospedale di Cecina; altre due persone, in stato di choc, sono state trattate sul luogo dell’incidente dai sanitari del 118. Il bilancio è stato fatto dal sindaco di Rosignano Marittimo, Daniele Donati.

E’ stato aperto nella palestra del Lillatro il Centro operativo comunale, per gestire la situazione e coordinare gli interventi. Sempre nella palestra, sono state accolte le persone rimaste sfollate.

“Attualmente, la situazione è stabile e sotto controllo, le persone sono state messe in sicurezza e le strade sono state liberate”, ha detto il sindaco. In seguito al censimento dei danni, stamani saranno effettuate la messa in sicurezza e le coperture provvisorie sugli edifici, da parte dei vigili del fuoco. Il sindaco per tutta la notte ha fatto un sopralluogo insieme ai mezzi di soccorso dei vigili del fuoco di Cecina e di Livorno, della polizia municipale e della protezione civile.

Sempre ieri, nel Livornese, è grave una donna di 52 anni che, mentre era in viaggio in auto con il marito 49enne, lungo la strada della Principessa, tra San Vincenzo e Piombino, ha subito la subamputazione del braccio sinistro. Dopo che un grosso pioppo è caduto, abbattuto dal vento, sull’abitacolo della vettura. La donna è stata trasferita all’ospedale di Livorno, dove sarà operata, mentre il coniuge ha riportato solo lievi ferite.

Tre persone sono rimaste ferite nel pomeriggio a Viareggio (Lucca) a causa del crollo di un pino. Il tronco e la chioma dell’albero hanno ferito in modo non grave due persone che si trovavano sotto il dehor di una gelateria. Mentre una terza persona, che si torvava a bordo di un bus, è rimasta ferita per la brusca frenata. A cui è stato costretto l’autista del mezzo per evitare l’impatto con il pino.

In provincia di Grosseto una frana di fango e detriti ha invaso, nella notte tra giovedì e venerdì, il paese di Montieri sulle Colline Metallifere. Dopo un nubifragio, una parte della montagna che sovrasta il borgo è scivolata trascinando a valle fango e sassi e riempiendo per oltre un metro gran parte delle strade del paese. Danni alle coperture di abitazioni e alberi abbattuti dal vento anche nelle province di Arezzo, Siena e Firenze.

(LaPresse)

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome