Serie A, Pippo Inzaghi subito corsaro: Benevento ribalta la Sampdoria

Foto LaPresse - Tano Pecoraro Nella foto: Inzaghi Filippo

GENOVA – Esordio da sogno per il Benevento di Pippo Inzaghi che vince la sua prima partita dal ritorno in Serie A con una clamorosa rimonta in casa della Sampdoria per 3-2. Finisce sotto di due gol (Quagliarella e Colley) la squadra giallorossa, ma non smette mai di crederci e di attaccare e, alla lunga, domina la formazione di Ranieri che finisce alle corde, subisce la rimonta (doppietta di Caldirola) e, nel finale, il colpo del ko di Letizia che ribalta completamente il risultato.

Primo tempo frizzante ed equilibrato, giocato su ritmi alti da entrambe le squadre

Incisiva in avvio la Sampdoria che trova già un’occasione al 6′ con Bonazzoli ma, sul capovolgimento di fronte, risponde il Benevento con Insigne. All’8′ arriva il gol che sblocca la partita: disastro di Montipò che passa il pallone a Bonazzoli in area di rigore, assist per Quagliarella che segna il più facile dei suoi 165 gol in Serie A. Al 18′ arriva il raddoppio della Samp con Colley che spinge di testa un cross dalla destra di Candreva.

La squadra di Filippo Inzaghi però non rinuncia a giocare e al 25′ chiama al miracolo Audero con un colpo di testa di Moncini al limite dell’area piccola. Al 34′ arriva il gol che accorcia le distanze per il Benevento: sugli sviluppi di un calcio d’angolo, la palla respinta da Tonelli viene calciata al volo da Caldirola che segna il suo primo gol in Serie A. Il fischio che mette fine al primo tempo ha il suono della campana che salva un pugile alle corde per la Sampdoria.

Il Benevento non smette di attaccare nemmeno nel secondo tempo, trovando subito un’occasione con Insigne che scende sulla sinistra ma non trova la porta con il diagonale. Grande pressione e grande ritmo per la formazione di Inzaghi che a momenti sembra stringere d’assedio la squadra di Ranieri salvo scoprirsi alle sortite in contropiede, come quello che favorisce, al 66′, una conclusione finita alta di Jankto su passaggio illuminante di Gaston Ramirez. Moncini ha un’occasione clamorosa al 70′ dopo un cross dalla sinistra di Imrprota, su rimpallo in area si trova davanti ad Audero, si coordina ma spara al lato.

Gli sforzi dei campani vengono premiati al 72′ quando Caldirola salta con i tempi giusti su calcio d’angolo, spizza di testa e batte Audero per il gol del 2-2 e quello della sua prima personale doppietta in Serie A. Nel finale arriva il gol che completa la rimonta: all’88’ Letizia lascia partire un siluro rasoterra dalla distanza che batte il portiere e fa 3-2.

Brutta sconfitta per la Sampdoria che incassa il secondo ko consecutivo dopo quello subito contro la Juventus, partendo in condizione di doppio vantaggio contro una neopromossa. Festeggia, a ragione, il Benevento di Pippo Inzaghi che vince con merito, mostrando un gioco armonico e propositivo ma, soprattutto, l’attitudine a non mollare mai che ha fruttato i tre punti in rimonta. (LaPresse)

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome