Croci capovolte sulle chiese Usa: atti come questi ci ricordano le persecuzioni

California
A firefighter stands outside the San Gabriel Mission in the aftermath of a fire, Saturday, July 11, 2020, in San Gabriel, Calif. The fire destroyed the rooftop and most of the interior of the nearly 250-year-old California church that was undergoing renovation. (AP Photo/Marcio Jose Sanchez)

CALIFORNIA – Ancora atti vandalici nelle chiese, di cui l’ultimo ieri ai danni della Cattedrale caldea di San Pietro a El Cajon, con i muri imbrattati da simboli e graffiti politici con le croci capovolte. Sai tratta solo dell’ultimo atto ai danni di luoghi di culto negli Usa. Solo la settimana scorsa un incendio di origine dolose aveva danneggiato una chiesa, mentre in Texas uno scalmanato aveva danneggiato le icone di un Seminario con una mazza da baseball.


La commissione

Per il ripetersi degli atti ai danni di luoghi di culto cristiani, nel mese di luglio i vescovi statunitensi avevano emanato una comunicazione di denuncia “segno – si legge – di una società che ha bisogno di guarigione” a firma di Thomas G. Wenski e Paul S. Coakley, presidenti rispettivamente del Comitato episcopale per la libertà religiosa e del Comitato per la giustizia interna e lo sviluppo umano.

Il perdono

E i fedeli della chiesa cattolica caldea chiedono il perdono per gli autori del misfatto: “Questa mattina la nostra amata Cattedrale è stata oltraggiata. Atti come questi ci ricordano le persecuzioni patite dai nostri fratelli in Iraq. Preghiamo per i criminali che si sono macchiati di questo reato”.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome