Orban all’attacco della vicepresidente dell’Ue Jourova: “Ha umiliato Ungheria, si dimetta”

L'Ue ha fatto quadrato attorno alla vicepresidente, difendendone l'operato

Hungarian Prime Minister and Chairman of FIDESZ party Viktor Orban delivers his state of the nation speech in front of his party members and sympathizers at Varkert Bazar cultural center in Budapest on February 18, 2018. / AFP PHOTO / Attila KISBENEDEK

MILANO – Alla vigilia della presentazione del rapporto Ue sullo stato di diritto nei Paesi membri, il primo ministro ungherese Viktor Orban è andato all’attacco della vicepresidente della Commissione europea per i valori e la trasparenza, Vera Jourova, chiedendone le dimissioni. A scatenare l’ira del premier è stata un’intervista rilasciata sabato da Jourova al settimanale tedesco Der Spiegel. In cui la vicepresidente ha accusato Budapest di essersi allontanata dalle democrazie occidentali. In particolare per la stretta sulla libertà dei media. Orban, che ha definito offensive le parole della commissaria, ha quindi inviato una lettera alla presidente della Commissione Ursula von der Leyen, per chiedere un passo indietro da Jourova.

Il botta e risposta tra Orban e Jourova

“Non ci sono più critiche al governo dai media ungheresi, quindi la grande maggioranza dei cittadini potrebbe non essere più in grado di sviluppare una libera opinione”, ha detto al settimanale la vicepresidente. “Temo che un giorno le persone in Ungheria possano scoprire che la loro ultima elezione è stata anche l’ultima elezione libera”. A Orban “piace dire che sta costruendo una democrazia illiberale”, ma, ha attaccato ancora Jourova, “direi che sta costruendo una democrazia malata”.

Le dichiarazioni della commissaria sono “inopportune e inaccettabili”, ha risposto Orban nella lettera indirizzata a von der Leyen, “una palese violazione del principio di leale collaborazione, incompatibile con il suo attuale mandato, pertanto le sue dimissioni sono indispensabili”. “Non sono solo un attacco politico diretto” contro il governo, ma, ha aggiunto il premier, anche “un’umiliazione per l’Ungheria e il popolo ungherese”. Budapest ha quindi informato Bruxelles di aver sospeso tutti i contatti bilaterali con Jourova.

L’Ue difende l’operato della vicepresidente

L’Ue ha fatto quadrato attorno alla vicepresidente, difendendone l’operato. “Abbiamo visto la lettera” inviata da Orban e “risponderemo”, ha detto in conferenza stampa la portavoce della Commissione Dana Spinant. Sottolineando che Jourova “gode della piena fiducia di von der Leyen”, con cui “lavora a stretto contatto”. Sul tema è intervenuto anche il ministro tedesco per l’Europa, Michael Roth: l’Unione europea “ha bisogno della tua mente imparziale e chiara”, ha scritto su Twitter, ringraziando la commissaria per il suo “instancabile impegno”.

(LaPresse/AP/di Lucrezia Clemente)

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome