Salesiani in tilt per il cattoleghista

Dubbi e incertezze a causa dei contrasti con le posizioni di Matteo Salvini. In forse, fino all’ultimo, la partecipazione di Gianpiero Zinzi all’evento. Vescovo rassicurato: la festa non diventerà un comizio

CASERTA (Domenico Carletti) – Il neo-rieletto consigliere regionale della Lega Nord, Gianpiero Zinzi sarà presente, il prossimo sabato, al centenario dell’Associazione Ex Allievi dei Salesiani. La manifestazione, organizzata dal consiglio dell’associazione Ex Allievi, guidato da Alfonso Voccia, vedrà, tra gli altri, la partecipazione di un altro illustre ex allievo, il sindaco di Caserta Carlo Marino che avvierà con i suoi saluti istituzionali i lavori dell’incontro. Pare, però, che la manifestazione, o almeno la partecipazione di Gianpiero Zinzi, abbiano fatto dubitare perfino i piani alti della Diocesi casertana, sull’opportunità di mettere sotto i riflettori proprio un esponente della Lega Nord di Matteo Salvini con cui, non è un mistero, Papa Francesco non ha un rapporto propriamente idilliaco.

Tanti gli scontri tra il Papa e il leader leghista soprattutto sui temi dell’accoglienza e dell’integrazione. Non a caso Papa Francesco rifiutò di incontrarlo quando, da ministro degli Interni, chiese ufficialmente un appuntamento. Se è vero e incontestabile che le posizioni della Lega Nord di Salvini sono, spesso e volentieri, divergenti e contrarie da quelle del Papa. E’ altrettanto vera e incontestabile l’appartenenza di Gianpiero Zinzi alla comunità cattolica, come dimostrano tanti anni di militanza nel centro cattolico. Una doppia vocazione, politica e spirituale, che non è stata un problema senza contare che, come ex allievo, Zinzi ha tutti i diritti di presenziare agli eventi dell’associazione così come, l’associazione, ha tutto il diritto di invitarlo a parlare al centenario. Un vero e proprio corto circuito che, però, rimette sotto i riflettori i Salesiani di Caserta in rapporto alla politica del capoluogo. E forse la doppia e contemporanea presenza di Marino e Zinzi è più di un segnale concreto sulla sfida politica che attende la città la prossima primavera. Non è un segreto che, al momento di decidere se correre per la fascia tricolore, lo storico sindaco Luigi Falco, si sia assicurato il sostegno proprio del gruppo degli Ex allievi Salesiani che lo hanno accompagnato fino alla vittoria elettorale, e molti anche dopo.

Se l’incontro di sabato prossimo sarà rivelatore di un impegno ufficiale di Gianpiero Zinzi verso la candidatura, questo non è dato sapere. Difficile credere che Zinzi e Marino possano apertamente fare riferimenti all’imminente campagna elettorale. Anche questo rischio concreto è stato valutato e, anche in Diocesi, si è ritenuto che la distanza dall’appuntamento elettorale per le comunali, contribuirà ad evitare equivoci su una entente tra una istituzione cattolica e la politica del capoluogo.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome