Gregoretti, Salvini: “Chi spera che vada in galera ha vita triste. E a M5S: Vigliacchi”

Le parole del leader della Lega

Foto Cecilia Fabiano/ LaPresse Nella Foto : Matteo Salvini

CATANIA – Matteo Salvini sbarca a Catania e mette subito le cose in chiaro: “Noi siamo qui per parlare di futuro mentre il governo passa il tempo a smontare le leggi, smontare quota 100, i decreti sicurezza e la scuola”. Il leader della Lega – in Sicilia anche per sostenere i candidati sindaci che andranno al voto domenica e lunedì prossimo – è proiettato a sabato. Quando sarà davanti ai giudici che dovranno decidere se si è macchiato del reato di sequestro di persona nei confronti dei 135 migranti, bloccati a luglio del 2019 sulla nave Gregoretti.

E mentre inizia il suo tour elettorale, alla Nuova Dogana prende il via la tre giorni dal titolo ‘Gli italiani scelgono la libertà’. Tavoli di confronto, con parlamentari e eurodeputati, assessori e uomini di cultura a confronto per trovare soluzioni e portare proposte per il futuro dell’Italia. “Non ci sono due piazze – dice riferendosi alla contro-manifestazione ‘Mai con Salvini’ che si terrà a pochi passi dal tribunale di Catania – c’è qualcuno che costruisce. Se in piazza c’è qualcuno che spera che io vada in galera, ha una vita triste lui”.

(LaPresse)

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome