Afghanistan, esplode autobomba a Ghor: almeno 13 morti e 120 feriti

Almeno 13 persone sono morte e altre 120 sono rimaste ferite nell'esplosione di un'autobomba nella provincia occidentale di Ghor, avvenuta vicino all'ingresso dell'ufficio del capo della polizia provinciale e di altri edifici governativi nella zona.

(AP Photo/Wali Sabawoon)

KABUL – Almeno 13 persone sono morte e altre 120 sono rimaste ferite nell’esplosione di un’autobomba nella provincia occidentale di Ghor, avvenuta vicino all’ingresso dell’ufficio del capo della polizia provinciale e di altri edifici governativi nella zona. Il capo di un ospedale di Ghor, Mohammad Omer Lalzad, ha riferito che il personale di emergenza sta curando decine di persone con ferite più o meno gravi e che si aspetta che il bilancio delle vittime cresca. Nessuno ha rivendicato l’attentanto, che arriva in mezzo a un aumento degli attacchi da parte dei talebani quando i rappresentanti del gruppo e funzionari del governo afghano stanno tenendo i loro primi colloqui in Qatar, che hanno lo scopo di porre fine a decenni di guerra in Afghanistan.

Arif Aber, portavoce del governatore provinciale di Ghor, ha riferito che l’esplosione è stata così forte che il suo suono poteva essere sentito in tutta Feroz Koh, la capitale della provincia. “Ha danneggiato e parzialmente distrutto alcuni edifici governativi, tra cui l’ufficio del capo della polizia, il dipartimento per gli affari delle donne e l’ufficio provinciale per i rifugiati”, ha detto Aber. Venerdì i talebani avevano accettato di sospendere gli attacchi nell’Afghanistan meridionale, che negli ultimi giorni hanno provocato lo sfollamento di migliaia di residenti. Ciò è avvenuto dopo che gli Stati Uniti avevano promesso di fermare tutti gli attacchi aerei e le incursioni notturne in linea con l’accordo di pace che gli Washington ha firmato con i talebani a febbraio.

LaPresse

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome