Serie A, il Sassuolo espugna Bologna con una rimonta show: 4-3, De Zerbi secondo

Gol e spettacolo nel derby emiliano tra Bologna e Sassuolo. Grazie ad una rimonta da brividi, gli uomini di De Zerbi centrano il colpaccio esterno issandosi al secondo posto solitario in classifica a quota 10 punti (a due lunghezze dal Milan capolista)

Foto LaPresse/Filippo Rubin

BOLOGNA – Gol e spettacolo nel derby emiliano tra Bologna e Sassuolo. Grazie ad una rimonta da brividi, gli uomini di De Zerbi centrano il colpaccio esterno issandosi al secondo posto solitario in classifica a quota 10 punti (a due lunghezze dal Milan capolista). Ci si aspettava partita pirotecnica e così è stata: i padroni di casa gettano alle ortiche il 3-1 di vantaggio, vedendosi rimontare dagli ospiti nei minuti di recupero grazie alle giocate di Djuricic ed il solito Caputo.

Sin dalle prime battute si capisce che si tratterà di un pomeriggio vietato ai deboli di cuore: al 9′ la squadra di Mihajlovic è già in vantaggio al termine di una grande azione, orchestrata da Palacio e conclusa nel migliore dei modi da Soriano che batte Consigli per l’1-0. La gara si infiamma immediatamente, con il Sassuolo che spinge subito alla ricerca del pareggio che arriva al 18′: ci pensa Berardi, lasciato colpevolmente solo largo a destra da Hickey, che riceve da Chiriches e lascia partire il sinistro a giro che si insacca sul secondo palo alle spalle di Skorupski. Con la rinnovata parità le due squadre tendono ad alzare leggermente il piede dall’acceleratore, lasciando però intatto il livello di agonismo in mezzo al campo. La zampata che torna a muovere il punteggio arriva al 39′: ancora Soriano protagonista che libera l’accorrente Svanberg, destro preciso e risultato sul 2-1 quando si chiude la prima frazione.

Ad inizio ripresa il ritmo riprende da dove si era fermato: subito botta e risposta con Barrow e Berardi che sfiorano la marcatura. Le occasioni si susseguono anche qualche minuto più tardi, con il Bologna che insiste a caccia del tris: doppia occasione per Palacio e tentativo di Barrow, tutti neutralizzati da un attento Consigli. La gioia felsinea è solo rimandata, perchè al 60′ Orsolini ruba palla a Locatelli e grazie ad una deviazione insacca il 3-1 per i ragazzi di Mihajlovic. Sembra finita qui ma il Sassuolo si dimostra non a caso una squadra che pensa in grande: al 64′ Caputo illumina per Djuricic che in inserimento spinge in rete il 3-2 che riapre la contesa.

Il Bologna commette l’errore di abbassare il proprio baricentro, consentendo al Sassuolo di poter spingere a piacimento: al 70′ è lo stesso Caputo a trovare il gol del 3-3, approfittando di un clamoroso errore di Palacio che svirgola l’intervento difensivo favorendo il bomber neroverde. Sulle ali dell’entusiasmo il Sassuolo cerca e trova il bottino grosso, completando una rimonta da urlo: al 77′ esce male Skorupski, traendo in inganno Tomiyasu che insacca nella propria porta cercando di anticipare il solito Caputo. Nel finale si rivelerà vano l’assalto dei padroni di casa, con il Sassuolo che controlla e porta a casa un incredibile successo che vale il secondo posto in classifica. Mastica amaro, invece, Mihajlovic che già assaporava i tre punti.

.

LaPresse

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome