Coronavirus, in Svizzera obbligo mascherine in spazi pubblici chiusi

La Svizzera sta introducendo nuove restrizioni in tutto il Paese per cercare di rallentare la diffusione della pandemia di coronavirus, che negli ultimi giorni è cresciuta a un ritmo record.

(Salvatore Di Nolfi/Keystone via AP)

BERLINO – La Svizzera sta introducendo nuove restrizioni in tutto il Paese per cercare di rallentare la diffusione della pandemia di coronavirus, che negli ultimi giorni è cresciuta a un ritmo record. In una riunione speciale di domenica, il governo ha deciso di estendere l’obbligo delle mascherine, affermando che “il rapido aumento dei casi di coronavirus negli ultimi giorni è motivo di grande preoccupazione”. A partire da lunedì, saranno richiesti dispositivi di protezione per viso e naso in tutti gli spazi pubblici chiusi, comprese tutte le stazioni ferroviarie e gli aeroporti, e alle fermate di autobus e tram. La regola si estende anche alle scuole, alle strutture per l’infanzia, centri commerciali, biblioteche, luoghi di culto e hotel. Non sono consentite riunioni di più di 15 persone in pubblico e sono state introdotte nuove regole per eventi privati di più di 15 persone. Il numero di nuovi casi nella nazione alpina di 8,5 milioni di abitanti è aumentato rapidamente di recente, raggiungendo un nuovo record giornaliero di 3.105 casi venerdì. Nel complesso la Svizzera ha segnalato 74.422 contagi e 1.823 decessi.

LaPresse

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome