Mes, Carfagna: “Il vero stigma è il premier che mente in diretta tv”

“Il presidente Conte ha utilizzato una conferenza stampa in prima serata per raccontare frottole sul Mes. Il suo è un comportamento irresponsabile e anti-patriottico, soprattutto in una fase così drammatica”.

Foto Roberto Monaldo / LaPresse

ROMA – “Il presidente Conte ha utilizzato una conferenza stampa in prima serata per raccontare frottole sul Mes. Il suo è un comportamento irresponsabile e anti-patriottico, soprattutto in una fase così drammatica”. Lo afferma Mara Carfagna, vice presidente della Camera e deputata di Forza Italia. “Gli italiani meritano di conoscere la verità, soprattutto se a parlare è il presidente del Consiglio. Mentre gli ospedali tornano a essere in affanno per la carenza di personale medico e continua a sentirsi la mancanza di un’adeguata assistenza territoriale, il governo non vuole attivare i prestiti a tasso zero del Mes, utili per coprire le spese sanitarie, solo perché sul tema la maggioranza è divisa”, chiarisce la presidente di ‘Voce libera’. “Diciamo noi come stanno le cose, numeri alla mano: attivare il Mes significa accedere a un prestito fino a 36 miliardi a tasso zero o addirittura negativi, non accedervi significa dover prendere gli stessi soldi sul mercato a interessi superiori. Per quanto bassi siano i tassi dei Btp oggi sul mercato, butteremmo comunque via soldi che possono essere usati per tutelare la salute degli italiani. Inoltre – prosegue Carfagna – il fantomatico ‘stigma’ che il Paese subirebbe dall’accesso al MES è frutto di fantasie complottiste. Gli investitori nazionali e internazionali ci giudicano per la serietà delle politiche adottate, per la capacità di contenere la pandemia e di far crescere l’economia, non perché andremmo a utilizzare un fondo che è sicuro e conveniente. Se questo è il problema, quale stigma rappresenta invece un premier che mente ai cittadini in diretta tv?”, conclude la deputata forzista.

LaPresse

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome