Roma, Calenda: “Se il Pd non mi ritiene adatto, lo dicesse”

Le dichiarazioni del candidato sindaco di Roma e leader di Azione

Foto Fabio Cimaglia / LaPresse in foto Carlo Calenda

ROMA “Nel giro di una giornata ho ricevuto un quantità infinita di attacchi da parte del Pd e annessi. Se non mi ritengono adatto lo dicessero non c’è niente di male”. Lo dice in una diretta Facebook Carlo Calenda, candidato sindaco di Roma e leader di Azione. “Se sarò eletto sindaco smetterò di fare il parlamentare europeo”. “Non ho una contrarietà di principio alle primarie – spiega ancora – ma voglio che siano vere e con larga partecipazione. E poi siamo sicuri che in epoca covid siano la scelta giusta? E quando le facciamo a marzo? E nel frattempo che facciamo…”.

(LaPresse)

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome