Camorra, Coldiretti: “Esteso il racket dalla droga al cibo per 24,5 miliardi”

Analisi dell’Osservatorio sulla criminalità nell’agroalimentare

Istat: carrello della spesa più caro del 4,2%

MILANO – La criminalità estende il proprio business dalla droga all’agroalimentare dove il volume d’affari complessivo annuale delle agromafie vale 24,5 miliardi di euro. È quanto afferma la Coldiretti sulla base delle analisi dell’Osservatorio sulla criminalità nell’agroalimentare in riferimento all’operazione anti camorra a Napoli dove i carabinieri hanno eseguito provvedimenti cautelari tra l’altro per reati di associazione di tipo mafioso finalizzata al traffico illecito di sostanze stupefacenti ma anche estorsioni di esercenti con imposizione della fornitura di generi alimentari. Una situazione favorita dal fatto che nella filiera agroalimentare – sottolinea la Coldiretti – pesa quindi la crisi di liquidità generata dall’emergenza coronavirus in molte strutture economiche che sono divenute più vulnerabili ai ricatti e all’usura.

(LaPresse)

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome