Serie A, Sassuolo rimonta Toro da 3-1 a 3-3 nel finale: emiliani secondi

Foto Fabrizio Zani / LaPresse Nella Foto: Filip Djuricic

TORINO – Sassuolo e Torino, un punto a testa e tante emozioni. Belotti e Caputo, un gol per parte e tante indicazioni positive per il ct Mancini. L’antipasto della quinta giornata di Serie A regala uno spettacolare 3-3 al Mapei Stadium, in una partita dai mille volti. I granata ingabbiano l’avversario nel primo tempo e lo stendono con Linetty, vengono raggiunti nella ripresa nel loro momento migliore (tacco di Djuricic) ma poi hanno la forza, trascinati dal loro capitano – autore di una rete e un assist – per riportarsi avanti, sul 3-1.

I neroverdi però non si trovano lì in alto per caso e nel giro di un paio di minuti, grazie al capolavoro balistico di Chiriches e al sigillo del solito Caputo, riacciuffano il pari e ottengono un punto ormai insperato. Giampaolo riesce finalmente a muovere la classifica ma torna dall’Emilia con un retrogusto amaro. De Zerbi si gode la sua macchina da gol, 16 in 5 gare, ma deve essere consapevole che per lottare per traguardi ambiziosi la difesa va assoluta registrata.

Giampaolo cambia fisionomia al suo Toro, almeno da centrocampo in su: Lukic agisce come trequartista con Verdi avanzato di qualche metro in tandem con Belotti. Dietro c’è Lyanko e non Nkoulou al centro della difesa con Bremer. Tante anche le novità proposte da De Zerbi. Sulla destra c’è Ayhan e non Muldur, in cabina di regia le chiavi del centrocampo vengono affidate al giovane Lopez, sulla tre quarti tocca a Raspadori e non Haraslin comporre il tridente con Berardi e Djuricic dietro l’unica punta Caputo.

Le geometrie degli emiliani dopo la folata iniziale vengono gestite dai granata, che lasciano il pallino del gioco in mano all’avversario ma, in fase di pressione, riescono spesso a rubare palla e rendersi pericolosi. Consigli si immola su Verdi, dalla parte opposta Berardi chiama in partita Sirigu. Poco dopo la mezzora gli ospiti sbloccano la gara con merito: cross invitante di Vojvoda dalla destra, amnesia difensiva dei neroverdi e conclusione vincente di Linetty.

Il bel gioco del Sassuolo nella nebbia del Mapei Stadium non sembra far capolino. Perché il centrocampo del Toro riesce a ingarbugliare le giocate degli emiliani. In avvio ripresa Chiriches da zero metri spara incredibilmente alto, complice la deviazione di Vojvoda, poi è la squadra di Giampaolo a sbagliare in due occasioni il match-ball. Con Verdi, murato da Consigli, e poi con Belotti, che di testa impegna ancora il portiere.

De Zerbi cambia volto al suo undici con un triplice cambio e, dopo un errore in tuffo di testa di Boga, trovano il pari con un colpo di tacco geniale di Djuricic su cross tesso e baso di Muldur. Da qui in poi, la nebbia si alza e parte la giostra del gol. Belotti al 33′ si inventa da solo la rete del nuovo vantaggio, vincendo il duello con Chiriches e battendo Consigli. Un minuto dopo altro schiaffo dei granata: il Gallo fa sponda per Lukic, che taglia in due la sbilanciata retroguardia neroverde e in diagonale cala il tris.

La gara sembra chiusa ma il Sassuolo ha sette vite

Chiriches al 39′ pesca il jolly dai 25 metri con un tiro all’incrocio dei pali, un minuto dopo Caputo svetta di testa in area sul cross di Berardi per il 3-3 definitivo. Che fa esplodere la gioia i padroni di casa, ai granata restano invece un misero punto e tanti rimpianti. (LaPresse)

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome