F1, pole di Hamilton in Portogallo: beffato Bottas, Leclerc quarto

L'ennesima prima fila tutta Mercedes non deve però ingannare: Max Verstappen, terzo a un decimo, è molto vicino e promette battaglia anche in gara

Foto LaPresse - Martin Rickett/PA Wire

TORINOValtteri Bottas vola il venerdì, ma quando conta, il sabato, è Lewis Hamilton a piazzare la zampata decisiva. Il britannico lascia sfogare il compagno di squadra per tre sessioni di libere ma in qualifica si conferma insaziabile. Hamilton aggiunge una perla inedita alla sua collana di qualifiche super, firmando la pole position – la 97/a in carriera – sul circuito di Portimao, dove la Formula 1 manca da 24 anni.

Leclerc quarto

Un tracciato “duro e puro” che ha esaltato le capacità del leader del Mondiale. L’ennesima prima fila tutta Mercedes non deve però ingannare: Max Verstappen, terzo a un decimo, è molto vicino e promette battaglia anche in gara. “Possiamo stare molto vicini”, assicura l’olandese. Nel sabato in Algarve sorride anche la Ferrari, in particolare Charles Leclerc, quarto dopo una qualifica solida. E’ uscito nel Q2 invece il compagno di squadra Sebastian Vettel, che montando le gomme medie non è riuscito a superare il taglio. Bene anche Sergio Perez, quinto con la Racing Point davanti all’altra Red Bull di Alexander Albon.

Hamilton beffa Bottas

Di fronte a un Bottas particolarmente a suo agio sul circuito lusitano Hamilton ha dovuto “scavare e scavare” per recuperare decimi e piazzarsi davanti al finlandese. Decisiva anche una strategia diversa: il giro in più effettuato da Lewis rispetto al compagno si è rivelata la mossa azzeccata. “Ho scelto di fare tre giri per avere una possibilità di migliorarmi ulteriormente – ha spiegato – E’ una sensazione fantastica, non posso dire quanto è stata dura oggi. Avevamo una gran macchina ma c’è stato tanto da fare a livello di guida per mettere insieme il giro”.

Vettel quindicesimo

Bottas incassa e mastica amaro: “Ha fatto un giro migliore, fare un solo tentativo è stata una mia scelta”. Dopo Hamilton il più soddisfatto è proprio Charles Leclerc. “Sono molto contento del lavoro svolto dalla squadra, è da 4 Gp che portiamo pezzi. Piccole cose fanno la differenza e oggi lo vediamo. E’ solo la qualifica, i punti si fanno domani e al Nurburgring abbiamo fatto più fatica – ha ricordato – Qui è andata meglio, siamo riusciti ad andare in Q3 con le medie, cosa che ci dà speranza per domani”. Di umore opposto invece Seb. “Non possiamo cambiare nulla, domani sarà una giornata difficile partendo così indietro – ha ammesso Vettel, costretto a scattare dalla 15/a casella – Al secondo tentativo non sono riuscito a far funzionare bene le gomme e sono stato eliminato”.

(LaPresse/di Alberto Zanello)

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome