MotoGp, Gp Teruel: prima pole per il giapponese Nakagami, Morbidelli secondo

Un sabato da dimenticare per la Ducati, invece, che a parte Zarco vede tutti i suoi piloti migliori partire dalle retrovie

(AP Photo/Antonio Calanni)

MILANO – Prima pole position in carriera per Takaaki Nakagami. Fresco di rinnovo con la Honda, il pilota giapponese ha dominato le qualifiche del Gp di Teruel valido per la classe MotoGp, che si disputa sul circuito di Alcaniz. Nakagami ha fermato i cronometri sull’1.46.882. “Non avevo stress o pressioni dopo il rinnovo, non devo pensare al futuro. Ora mi sento libero e questa moto mi piace. Sapevo che potevamo lottare per la pole ed è una bellissima sensazione”, ha commentato Nakagami. “Sono felice, ringrazio il team ma ovviamente è più importante la gara di domani, ora dobbiamo andare avanti così”, ha aggiunto. Un pilota giapponese partirà dalla prima posizione in griglia nella classe regina per la prima volta dal 2006 con Makoto Tamada.

Nakagami in pole, Morbidelli secondo

Nakagami ha preceduto di appena 63 millesimi un ottimo Franco Morbidelli su Yamaha Petronas. A completare la prima fila lo spagnolo Alex Rins su Suzuki, terzo. “Sono contento della prima fila, era il nostro obiettivo. Sono contento perché abbiamo migliorato un po’ di cosette. Mi sento a mio agio sulla moto, guidavo bene, mi sono divertito”, ha commentato un Morbidelli che domani proverà ad andare a caccia della sua seconda vittoria in carriera nella classe regina.

Il ‘Morbido’ dovrà però guardarsi le spalle fin dalla partenza, visto che dalla seconda fila partirà un sempre pericoloso Maverick Vinales, quarto sulla sua Yamaha ufficiale. Seguono il francese Johann Zarco su Ducati Team Pramac e l’altro francese Fabio Quartararo su Yamaha Petronas. Completano la top ten l’inglese Cal Crutchlow su Honda, il portoghese Miguel Oliveira su KTM, lo spagnolo Pol Espargaro su KTM e l’altro iberico Alex Marquez su Honda. Fuori dai primi dieci il leader del Mondiale, lo spagnolo Joan Mir su Suzuki, solo 12esimo.

Ducati out

Un sabato da dimenticare per la Ducati, invece, che a parte Zarco vede tutti i suoi piloti migliori partire dalle retrovie. L’australiano Jack Miller partirà dalla 14esima posizione, mentre Andrea Dovizioso scatterà dalla 17esima casella. Alle spalle del forlivese i connazionali Francesco ‘Pecco’ Bagnaia 18esimo e Danilo Petrucci 19esimo. Per le Rosse di Borgo Panigale si prospetta un’altra domenica in salita. Il sabato di Alcaniz è stato però scosso dalle notizie che arrivano su Marc Marquez. Il campione del Mondo in carica molto probabilmente non rientrerà in questo finale di stagione e starebbe valutando una terza operazione all’omero del braccio destro. Marquez continua a sentire strane sensazioni al braccio e per questo potrebbe decidere di operarsi per ripresentarsi al meglio della condizione al via della prossima stagione.

(LaPresse/di Antonio Martelli)

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome