Calcio Serie A, il Cagliari cala poker: Crotone battuto 4-2

Finisce 4-2 il lunch match della quinta giornata di Serie A tra Cagliari e Crotone.

Foto LaPresse/Tocco Alessandro

ROMA – Finisce 4-2 il lunch match della quinta giornata di Serie A tra Cagliari e Crotone. Alla Sardegna Arena, i padroni di casa battono il club calabrese con una sonora vittoria. Gara interessante e risultato importante per i sardi che salgono a quota 7 punti in classifica. Resta ultima la squadra di Stroppa.

Il match è avvincente sin dalle prime battute iniziali. Passa il primo quarto d’ora di gioco e ad essere subito pericoloso è il Crotone: Junior Messias va vicinissimo alla rete del vantaggio. Solo l’intervento di Cragno con i guantoni gli nega la gioia della rete. L’attaccante del Crotone, però, è più cinico qualche minuto dopo. Al 21′ Reca gioca una palla proprio sul numero 30 che con grande determinazione arriva sulla sfera, anticipando due avversari, e gonfia la rete per il momentaneo 0-1. La reazione del Cagliari arriva poco dopo, quando al 25′ Lykogiannis pennella una punizione magistrale nel sette di destra. Gol bellissimo e gara nuovamente in parità. Per i circa mille spettatori presenti allo stadio lo spettacolo non è finito. Passano dieci minuti e Giovanni Simeone batte Cordaz: l’attaccante del club sardo raccoglie un preciso assist di Joao Pedro e, da solo dinanzi al portiere, ribalta la gara. Il club calabrese ha l’occasione di riportarsi in parità al minuto 39′, ma Simy sciupa una clamorosa occasione a tu per tu con Cragno. Il primo tempo si avvia verso la fine, ma c’è tempo ancora per due reti. Ci pensa prima Molina al 43′, riportando la gara sul 2-2 con un tiro di prima intenzione dal limite dell’area di rigore; poi è il turno, due minuti dopo, di Sottil. Zappa fornisce l’assist per il numero 33, bravo di testa a battere l’estremo difensore del Crotone.

Nei secondi quarantacinque minuti di gioco i ritmi si abbassano, complice il grande dispendio di energie messo in campo nella prima frazione di gioco. Al 48′ Cigarini si becca il secondo cartellino giallo del match, finendo anzitempo sotto la doccia, lasciando gli ospiti in inferiorità numerica praticamente per tutti i secondi quarantacinque minuti. Un paio di occasioni per parte: prima una conclusione pericolosa di Nandez, poi un tiro di Rispoli finito largo sulla sinistra. E’ negli ultimi dieci minuti che la gara si riaccende. All’80’ Simy prende palla e supera in slalom la difesa rossoblu, ma il suo tiro viene respinto dai guanti di Cragno. Quattro giri di orologio e il Cagliari mette in cassaforte la partita. Pavoletti incorna su corner, Cordaz respinge ma rapace arriva Joao Pedro che la butta in rete. Il direttore di gara ferma tutto e corre al VAR. Dopo qualche secondo di apprensione, la rete del 4-2 viene convalidata. Il Crotone crolla, nei minuti di recupero i padroni di casa hanno l’occasione per mettere a segno anche la quinta rete: solo Cordaz evita il peggio. Dopo 95 minuti di gioco, finisce 4-2.


LaPresse

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome