Serie A, la Fiorentina ritrova il sorriso: Udinese battuta 3-2

Foto Marco Bucco / LaPresse Nella foto: Gaetano Castrovilli esulta dopo aver segnato il gol

FIRENZE – Soffre ma torna al successo la Fiorentina, che grazie ad un superlativo Castrovilli riesce a domare per 3-2 un Udinese che ha lottato fino alla fine per cercare di strappare almeno un punto dal Franchi. Per la squadra di Iachini si tratta della seconda vittoria in campionato, risultato che mancava addirittura dalla prima giornata e che consente ai viola di salire in classifica a quota 7 punti: gli ospiti, invece, restano impelagati nelle zone basse della graduatoria con appena 3 punti raccolti.

I padroni di casa si presentano in campo senza l’infortunato Ribery, schierando Callejon (all’esordio da titolare) come spalla offensiva di Vlahovic. I friulani rispondono invece con De Paul e Pereyra in mediana, a supporto del collaudato tandem offensivo Okaka-Lasagna. Nei primi minuti di gioco sono proprio gli ospiti a partire con il piglio giusto, ma Dragowski in più di un’occasione risponde presente. E’ invece la Fiorentina a sbloccare il match alla prima palla buona: il solito Biraghi si fa trovare pronto nell’inserimento da sinistra, passaggio preciso per l’accorrente Castrovilli che non sbaglia siglando l’1-0 con tanto di dedica a l’indisponibile Ribery seduto in tribuna.

Il vantaggio carica ulteriormente la squadra di Iachini che nei minuti successiva legittima il risultato schiacciando l’Udinese nella propria metà campo: tempo dieci minuti ed arriva anche il raddoppio di Milenkovic che, lasciato colpevolmente solo sul secondo palo spinge in rete di testa l’assist di Castrovilli. Un uno-due micidiale quello della Fiorentina che però ha la pecca di alzare troppo repentinamente il piede dall’acceleratore, consentendo all’Udinese di riorganizzare le idee senza mollare la presa.

I viola perdono Pezzella per infortunio sostituito da Martinez Quarta

Al 43′ arriva la rete di Okaka che riapre i conti del match: il centravanti friulano riceve da De Paul ed insacca il 2-1 che accompagna le squadre all’intervallo. Nella ripresa sono però i viola a partire con il piglio giusto, rimettendo a distanza l’Udinese: ci pensa ancora il solito Castrovilli che al 51′ raccoglie dall’interno dell’area di rigore, facendo partire un morbido destro all’incrocio che non lascia scampo a Nicolas per il 3-1 dei padroni di casa.

Gotti prova a scuotere i suoi pescando forze fresche dalla panchina e la reazione dei friulani arriva poco più tardi, dimostrando comunque il carattere dei bianconeri: ancora Okaka protagonista ma questa volta Dragowski è reattivo nel murare il centravanti con un riflesse felino da applausi.

Al 72′ è il turno di Deulofeu che porta maggiore imprevedibilità negli ospiti

L’Udinese non si dà per vinta e nel finale, grazie all’ex Watford che pesca il solito Okaka, riesce a trovare il 3-2 che riapre i giochi. Il finale vede l’assalto all’arma bianca dei friulani ma il muro viola resiste con i denti fino alla fine, portando in dote alla truppa di Iachini tre punti di vitale importanza per allontanare almeno per il momento gli spettri. (LaPresse)

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome