Coprifuoco, Torino devastata dalla guerriglia urbana: dieci fermati

Foto Claudio Furlan - LaPresse Manifestazione in centro a Torino contro il lockdown di esercenti e movimenti antagonisti

TORINO – Centinaia di manifestanti si sono radunati in piazza Castello a Torino, dove ha sede la Regione Piemonte, per una protesta indetta contro le nuove misure anti Covid volute dal governo, che prevedono la chiusura di bar e ristoranti alle 18.

Fumogeni, bottiglie e petardi lanciati nella centralissima piazza torinese, anche contro le forze dell’ordine. Vetrine frantumate sotto i portici di via Po all’angolo con piazza Castello.

 In piazza Castello sono stati dati alle fiamme alcuni monopattini dai manifestanti, scesi in piazza contro il Dpcm per il contenimento del coronavirus. Finora sono oltre una decina i fermati, tra i quali alcuni ultras, con le accuse di devastazione, saccheggio, resistenza e violenza a pubblico.

Vetrine di negozi delle griffe della commercialissima via Roma devastate, vicino a piazza Castello, al termine della manifestazione contro le misure anti Covid. Ancora qualche lancio di lacrimogeni, mentre colonne di blindati della polizia attraversano piazza Carignano.

(LaPresse)

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome