Coronavirus, Francia verso un nuovo lockdown, in Europa +40% morti in una settimana

in foto Emmanuel Macron (Eliot Blondet/Pool via AP)

MILANO – L’Europa nella morsa del coronavirus prova a correre ai ripari e, dopo aver tentato di evitarlo per settimane, alcuni Paesi ripensano al lockdown. È questo il caso della Francia, dove mercoledì sera alle 20 Emmanuel Macron annuncerà nuove misure: il coprifuoco non basta ad arginare la pandemia, avrebbe detto il premier Jean Castex, e si fanno insistenti le voci di un nuovo ‘confinement’.

Anche per la Germania mercoledì dovrebbe essere un momento cruciale: Angela Merkel ha in programma una riunione con i governatori dei Laender per decidere il da farsi, tanto più che il ministro dell’Economia ha avvertito che il numero dei contagi potrebbe raggiungere i 20mila al giorno già nel weekend; secondo la Bild, la cancelliera proporrà un ‘lockdown light’.

Il virus corre in tutto il Vecchio continente: dal Regno Unito, che ha registrato 367 morti in un giorno, alla Spagna, dove i medici hanno scioperato per 24 ore mentre il governo Sanchez ha proposto nel bilancio 2021 un aumento del 151% nella spesa per il settore sanitario pubblico; dall’Ungheria che segna un nuovo record di contagi, alla Repubblica Ceca, dove la media giornaliera dei contagi è raddoppiata nelle ultime due settimane e il governo chiede al Parlamento di estendere lo stato d’emergenza fino al 3 dicembre. L’allarme dell’Oms è sui decessi: in Europa rispetto a una settimana fa sono aumentati del 40%, con la maggior parte dei casi in Francia, Spagna, Regno Unito, Olanda e Russia.

La Russia, nel giorno in cui ha chiesto all’Oms la registrazione del suo vaccino, soprannominato Sputnik V, ha lanciato una stretta su bar e ristoranti, ordinando la chiusura dei locali fra le 23 e le 6. Il tutto per far fronte a un’impennata di casi. Fra i positivi anche il ministro degli Esteri, Sergey Lavrov, che è in quarantena dopo il contatto con un positivo. Di chi si tratti non è stato reso noto, ma la notizia giunge dopo una visita di Lavrov lunedì ad Atene, nel corso della quale aveva incontrato il premier e ministro degli Esteri greci, nonché il leader della sinistra radicale Alexis Tsipras.

Intanto nel resto del mondo gli Usa continuano ad assistere ad aumenti di contagi, con la pandemia al centro della polemica elettorale fra Donald Trump e lo sfidante Dem Joe Biden. La seconda ondata ha raggiunto anche il Pakistan e in Iran è stato registrato un record di decessi, con 346 in un solo giorno. (LaPresse)

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome