Coronavirus, la Russia ha chiesto la registrazione del vaccino Sputnik V all’Oms

La registrazione accelerata del vaccino nell'ambito della procedura EUL renderà il vaccino russo disponibile a livello globale in un lasso di tempo più breve rispetto alle procedure usuali

Vaccini
Foto LaPresse/XinHua

TORINO – La Russia ha presentato richiesta all’Organizzazione mondiale della sanità di “registrazione accelerata” del vaccino Sputnik V, contro il coronavirus. Lo ha fatto sapere il Fondo russo di investimenti diretti (Rdif) sul suo sito web. “Di fronte alla pandemia in corso, la registrazione accelerata del vaccino nell’ambito della procedura EUL renderà il vaccino russo disponibile a livello globale in un lasso di tempo più breve rispetto alle procedure usuali. E sosterrà gli sforzi globali per prevenire l’infezione da coronavirus. Il successo della prequalificazione consentirà allo Sputnik V di essere incluso nell’elenco dei medicinali utilizzati dalle agenzie di approvvigionamento internazionali e dai Paesi per guidare l’acquisto all’ingrosso di medicinali”. Lo si legge nel comunicato.

(LaPresse)

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome